menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Città della Scienza

Città della Scienza

“Tre giorni per la scuola”, a Città della Scienza tra didattica e innovazione

Dal 9 all'11 ottobre docenti e studenti da tutta Italia saranno a CdS per discutere di scuola ed insegnamento. L'undicesima edizione della manifestazione è incentrata su progettualità e dimensione europea

“Tre giorni per la scuola, Smart education e technology”, si terrà dal 9 all'11 ottobre a Città della Scienza a Bagnoli. Tre giorni su scuola e sull'innovazione applicata all'educazione, in cui docenti e studenti provenienti da tutto il Paese potranno confrontarsi su attività e buone prassi per mettere in rete conoscenze e competenze. Un momento importante per la messa a punto della didattica: verranno infatti presentati i progetti, sul tema, di oltre 120 scuole italiane.
L'evento, promosso dal Ministero dell'Istruzione e dalla Fondazione Idis-Città della Scienza, oltre che dall'Ufficio scolastico regionale della Campania Usr e dalla Regione Campania, è giunto al suo undicesimo anno di vita.

Quest'anno il focus è sulla dimensione europea della scuola e sull'innovazione. Durante la mostra-convegno le aziende e i centri di ricerca presentano nuove tecnologie per la formazione e le istituzioni si confrontano con il personale della scuola su programmi attività. Uno dei momenti più interessanti in programma sarà la presentazione del progetto “Logicamente”, che promuove l'insegnamento della matematica nelle scuole basato sulla sperimentazione laboratoriale.

“Questo evento è una vetrina per le buone prassi della scuola italiana”, ha spiegato nel corso della conferenza di presentazione Diego Bouchè, direttore dell'Ufficio scolastico regionale della Campania. “La scuola campana è in grande evoluzione – ha aggiunto – e vogliamo lanciare le nostre attività a livello nazionale. Ma la 'Tre giorni per scuola' è sopratutto un modo per esprimere il meglio della scuola italiana”.
Luigi Amodio, direttore della Città della Scienza, ha puntualizzato che “anche la Fondazione presenterà i suoi progetti. Dopo l'incendio non abbiamo mai smesso di lavorare e continueremo”. L'assessore al Lavoro della Regione Campania, Severino Nappi ha infine dichiarato: “Crediamo che la scuola sia la base per lo sviluppo della collettività e stiamo mettendo in campo già da molti anni legami più forti tra scuola e aziende. Siamo sempre vicini a Città della Scienza anche economicamente e lo saremo sempre”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Attualità

Anm, via alla nuova linea bus 602 sulla tratta Garibaldi-Dante

social

Lotto, estrazione di lunedì 3 maggio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento