rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Bagnoli Bagnoli / Via Nuova Agnano

Renzi a Bagnoli, tra proteste e cariche delle forze dell'ordine

Mentre a Città della Scienza il premier firmava gli accordi su bonifica e museo, all'esterno sono avvenuti scontri tra polizia e manifestanti. Giornalista aggredito da un agente in borghese

Il presidente del consiglio Matteo Renzi stamane si è recato a Città della Scienza, nel quartiere di Bagnoli, per firmare gli accordi relativi alla bonifica dell'area ex Italsider ed alla ricostruzione di quanto del museo è andato distrutto nell'incendio del 4 marzo 2013.

Come annunciato da giorni, a piazza Bagnoli – a poche centinaia di metri dall'ingresso di CdS – un gruppo di persona ha manifestato contro il premier e due accordi ritenuti "base per nuove speculazioni edilizie in deroga al piano regolatore" e "in contrasto con la delibera comunale che ha stabilito la predisposizione di una spiaggia pubblica da Nisida al Dazio".

L'assembramento ha prima bloccato il traffico diretto su via Coroglio, poi si è spostato, accompagnato da un ingente numero di finanzieri e agenti di polizia in assetto antisommossa, lungo via Diocleziano, per infine occupare i binari della Cumana della stazione di Agnano.

Lì, accerchiati da fiamme gialle da un lato e da agenti dall'altro, sono stati spostati con una pesante carica (video). Contestualmente, l'operatore di un giornale locale che stava filmando la scena è stato aggredito alle spalle da un agente in borghese, che gli ha gettato a terra e poi – in un primo momento – requisito la videocamera.

Renzi a Napoli, il corteo di protesta (foto E.Esposito)


Il corteo è poi rientrato nel quartiere attraverso via D'Alessandro, per concludersi su viale Campi Flegrei. Una delegazione ha aspettato infine il premier all'uscita da Città della Scienza, fischiandolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi a Bagnoli, tra proteste e cariche delle forze dell'ordine

NapoliToday è in caricamento