rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Bagnoli Bagnoli / Via Coroglio

Città della Scienza a rischio, lavoratori sul piede di guerra

Nove mensilità arretrate, mancata firma per la ricostruzione del Science Center: il polo museale rischia lo stop. "Procederemo a tutte le forme di mobilitazione necessarie a far valere i nostri diritti"

Nel polo museale di Bagnoli, i lavoratori di Città della Scienza hanno presentato alla stampa la loro situazione: non percepiscono lo stipendio da nove mesi.

Con oggi è trascorso “un mese dalla mancata firma per la ricostruzione di Città della Scienza – spiegano – ed un mese in più dalla notte dell'incendio doloso che distrusse il Science Centre. A fronte di questa situazione non conforta l'assenza di risposte certe da parte delle istituzioni sul versante dell'Accordo di Programma Quadro per la ricostruzione del polo scientifico. Accordo più volte annunciato, ancora stamani dato per fatto, ma che, in realtà, non si sa ancora quando verrà effettivamente siglato e potrà divenire operativo”.

In una nota diffusa, i lavoratori di CdS sottolineano inoltre quello che definiscono “il passo lento e claudicante degli atti burocratici rispetto ai bisogni reali delle persone”, nonché “lo strabismo di alcune scelte rispetto agli annunci e alle dichiarazioni ufficiali, una per tutte il taglio del contributo regionale in conto gestione, avvenuto proprio all'indomani del rogo criminale di un anno fa e, nonostante rassicurazioni ufficiali, mai reintegrato”.

Come già successo in passato, minacciano battaglia: procederanno “a tutte le forme di mobilitazione necessarie a far valere il diritto ad una vita dignitosa”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città della Scienza a rischio, lavoratori sul piede di guerra

NapoliToday è in caricamento