Bagnoli Bagnoli / Via Coroglio

Futuro Remoto: il mare al centro della mostra al via il 30 ottobre

Installazione interattive, conferenze, prodotti multimediali e di realtà virtuale ed aumentata: a Città della Scienza la mostra giunta alla sua 28ma edizione ha al centro del suo percorso divulgativo il mare e le sue risorse

Giovedì 30 ottobre alle 19, nella sala Newton di Città della Scienza, partirà la 28ma edizione di Futuro Remoto, quest'anno intitolata "Il Mare".

Fonte di cibo, di energia, di ricchezza e di benessere, nonché di cultura, il mare sarà al centro di una mostra che condurrà i visitatori in un viaggio alla scoperta degli organismi che lo abitano e che, da sempre, fanno parte della nostra tradizione culinaria. Una passeggiata nei fondali marini che partendo dal territorio campano arriva fino agli abissi oceanici.
Si tratterà come sempre di un percorso espositivo con installazioni interattive: acquari, vasche tattili, realtà virtuale e aumentata, exhibit, prodotti multimediali, tutto volto ad illustrano le nuove frontiere della ricerca tecnologica al servizio della navigazione e della salvaguardia della preziosa risorsa marina.

In mostra anche Octopus e Poseidrone, le prime creature artificiali marine realizzate in Italia dai ricercatori dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il cui scopo è studiare i fragili equilibri marini da vicino, avvicinandosi alle creature del mare senza spaventarle. Inoltre, un’applicazione multimediale, scaricabile all’ingresso del museo, accompagnerà il visitatore lungo il percorso consentendogli di partecipare alla fruizione degli exhibit, creare un proprio racconto al termine della visita, condividerlo via social.

Una serie di conferenze utilizzeranno linguaggi diversi per declinare il mare in diversi settori quali quello dell'economia, della medicina, dell'ecologia, dell'arte e della letteratura (in programma conversazioni con Erri de Luca e Stefano Benni). Ci sarà anche un ciclo di incontri a cura di Alessandro Cecchi Paone e, tutti i giorni, una rassegna cinematografica sugli abissi, i documentari del National Geographic Channel e laboratori.

Il 30 ottobre si partirà con il talk show "Tornare a galla: il recupero della Costa Concordia. Una sfida vinta dall'ingegno italiano", condotto dallo stesso Alessandro Cecchi Paone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Futuro Remoto: il mare al centro della mostra al via il 30 ottobre

NapoliToday è in caricamento