Bagnoli Bagnoli / Via Coroglio

Incendio Città della Scienza, Silvestrini: "Pista interna poco credibile"

Il presidente di CdS si difende, mentre le indagini puntano sempre più sulla pista interna. "Comportamenti non cristallini di due vigilantes, per loro provvedimenti disciplinari", ha aggiunto

Vittorio Silvestrini

"Non ho idea di chi sia stato, ma mi suona poco credibile che l'istituzione abbia commissionato l'incendio per avere dei benefici. Questo, vi giuro, non è successo". Il presidente di Città della Scienza, Vittorio Silvestrini, ha commentato i recenti sviluppi delle indagini sull'incendio della struttura, che a quanto pare punterebbero sulla pista interna.

Dopo l'incendio ci fu un'indagine interna tra il personale della struttura, confermata dallo stesso Silvestrini, che fece emergere quelli che il presidente di CdS definisce "comportamenti non cristallini" di due vigilantes. Ne sono conseguiti provvedimenti disciplinari: un giorno di sospensione per uno, quattro per l'altro. "La nostra indagine ha comunque escluso complicità, sono risultati gli estremi per il licenziamento dei due", ha precisato il numero uno di Città della Scienza. "Abbiamo rimesso alla magistratura i risultati di quanto è stato appurato".

"Le indagini della magistratura - ha spiegato Silvestrini - vanno avanti, con il nostro totale apprezzamento perché vogliamo che si chiarisca chi sia stato e perché lo ha fatto". "Io non sono stato", ha aggiunto con una battuta il presidente del museo. "Non sono riuscito a capire come sia emerso questo (la pista interna, NdR). Non sono in grado di capirlo e quindi – ha concluso – sto zitto e mi piacerebbe anche che chi non sa stia zitto". Intanto proprio ieri il sindaco Luigi de Magistris si era detto "sempre più convinto" che la pista interna fosse la più probabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio Città della Scienza, Silvestrini: "Pista interna poco credibile"

NapoliToday è in caricamento