Mercoledì, 4 Agosto 2021
Bagnoli Bagnoli / Via Coroglio

Città della Scienza ad un anno dal rogo tra ricostruzione e indagini

Oggi festa ed apertura straordinaria al polo museale di Bagnoli. Un anno dopo la tragedia, le istituzioni firmano l'accordo per ricostruire. Mentre proseguono le indagini sull'incendio

Città della Scienza © E.D. Esposito

Esattamente un anno dopo il rogo, come a voler restituire dignità alla data del 4 marzo dopo quanto è accaduto nel 2013, per Città della Scienza si aprono nuove prospettive: quest'oggi infatti, nel polo museale di Bagnoli, verrà siglato l'accordo di programma – da 56 milioni di euro – volto alla ricostruzione di quanto è andato dolosamente distrutto in quell'occasione.

Ad apporre la propria firma, quindi attesi per le 17 nella struttura di via Coroglio, saranno per il governo il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, per la Regione Campani il presidente Stefano Caldoro, per la città di Napoli il sindaco Luigi de Magistris, e per la Fondazione Idis-Città della Scienza il suo presidente Vittorio Silvestrini. “Città della Scienza rinascerà più bella di prima – assicura proprio quest'ultimo, che ne è stato anche il fondatore – e nel giro di due, massimo tre anni”.

L'accordo darà il via ai bandi per la progettazione di quanto c'è da rimettere in piedi, poi dall'anno prossimo si partirà con le gare d'appalto.

Il polo scientifico museale di Bagnoli, per l'occasione, sarà tutto il giorno aperto al pubblico, con un fitto programma di mostre e attività. Una festa sulla quale si staglia l'ombra delle ultime indiscrezioni provenienti dalla procura, dove per gli inquirenti pare sempre più plausibile l'idea che l'incendio sia stato appiccato da persone “interne” a Città della Scienza: un avvertimento, una vendetta, o l'intenzione di accendere i riflettori su di un complesso al tempo sull'orlo del baratro economico. Le indagini, infatti, vertono anche su bilanci e gestione delle risorse giunte al museo.

Numeri, infine. Nel corso di questo lungo e difficile anno Città della Scienza ha ricevuto quasi un milione di euro di donazioni attraverso SMS e bonifici di privati cittadini, scuole, associazioni, enti e aziende. Come sono stati spesi? Qui tutte le informazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città della Scienza ad un anno dal rogo tra ricostruzione e indagini

NapoliToday è in caricamento