Bagnoli Bagnoli / Via Coroglio

Riparte la "stagione balneare" di Bagnoli tra inquinamento, divieti, e abusivi

Col primo sole tornano ad affollarsi gli arenili di Bagnoli e riprendono gli affari dei lidi abusivi. Ma c'è divieto di balneazione e la magistratura ha sequestrato la zona per mancata bonifica

La media stimata è di 200 bagnanti al giorno. Noncuranti del divieto

Famiglie che approfittano del sole per scendere in spiaggia, bambini ed anziani che fanno i primi bagni di stagione. C'è però il divieto di balneazione a Bagnoli, da anni ormai. Da via Napoli a Coroglio è un fiorire di lidi improvvisati: anche quest'anno si ripeteranno i continui interventi delle forze dell'ordine per arginare il fenomeno degli abusivi, che riappaiono però - puntualmente, sempre - pochi giorni dopo. Fitto di lettini, vendita di bibite, il loro è un giro d'affari stimato intorno ai 50mila euro mensili.

I cartelli indicanti il divieto di balneazione ci sono. Non troppi, non troppo visibili, ma ci sono. E i bagnanti lo sanno. "Vengo a fare il bagno qui da quarant'anni, e sto benissimo", ci spiega un anziano.
L'ultimo rapporto sulle acque è quello Icram dell'ottobre 2005: "Dall’attuale caratterizzazione, sia dei fondali che degli arenili, emerge come dato significativo che i livelli di concentrazione di Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA), Zinco, Piombo, Rame e Cadmio, risultano ancora molto elevate, ed in alcuni casi maggiori rispetto ai valori determinati nel corso della campagna di caratterizzazione precedente (IPA, Piombo e Rame)". Non c'è da bagnarsi troppo tranquilli, insomma.

Anche solo prendere il sole, su quegli arenili, sarebbe da evitare: il recente sequestro operato da parte della magistratura dei terreni di BagnoliFutura denuncia "una miscelazione dei pericolosi inquinanti su tutta l'area oggetto della bonifica, con aggravamento dell'inquinamento dei suoli rispetto allo stato pre bonifica". I veleni negli anni si sono accumulati non solo all'interno, ma anche sui fondali e lungo la spiaggia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riparte la "stagione balneare" di Bagnoli tra inquinamento, divieti, e abusivi

NapoliToday è in caricamento