San Ferdinando San Ferdinando / Piazza del Plebiscito

Ricorso Tar Piazza del Plebiscito, il sindaco: "Soddisfatto"

"Resta intatto il doveroso rispetto verso il ruolo di tutela e valorizzazione del patrimonio artistico-culturale che spetta alla Soprintendenza"

Luigi De Magistris

“Abbiamo sempre lavorato ricercando la massima collaborazione istituzionale nell'interesse della città. Al tempo stesso, però, abbiamo sempre espresso la nostra contrarietà verso il decreto promosso dalla Sovrintendenza perchè, nei fatti, significa la chiusura di piazza Plebiscito ai cittadini e alle cittadine. Impedire che si svolgano concerti e manifestazioni, per altro in uno dei luoghi simbolicamente più importanti di Napoli, è inaccettabile ed ingiusto, specchio di una visione che francamente non possiamo che contrastare. Perchè una cosa è il rispetto dovuto al nostro patrimonio storico-artistico e alle norme che lo conservano, altra cosa è il dogmatismo burocratico che vorrebbe la città, in questo caso una piazza così importante e bella, spenta e chiusa alla presenza dei cittadini. Per questo accogliamo con soddisfazione l'ordinanza del TAR rispetto ad un decreto che per noi rappresenta un obbligo intollerabile, capace di danneggiare non solo l'immagine di Napoli ma anche il suo sviluppo materiale e civile, quello che può derivare dall'organizzazione di eventi e manifestazioni musicali e sportive, ma anche civiche e sociali, come è stato compiuto fino ad oggi nella stessa piazza. Resta intatto il doveroso rispetto verso il ruolo di tutela e valorizzazione del patrimonio artistico-culturale che spetta alla Soprintendenza ma, certo, questo compito deve armonizzarsi con la rivoluzione che vogliamo realizzare anche in materia di spazi pubblici aperti e partecipati e vivi", così il sindaco de Magistris.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricorso Tar Piazza del Plebiscito, il sindaco: "Soddisfatto"

NapoliToday è in caricamento