San Ferdinando San Ferdinando / Via Toledo

Galleria Umberto, negozi chiusi per Salvatore: “Non si può far finta di niente”

Si tratta di chi ha vissuto in prima persona il dramma dello scorso sabato, quando il 14enne rimase ferito da un crollo. "Proviamo a dare un'immagine positiva di Napoli, poi accadono cose come queste"

I commercianti della Galleria Umberto hanno vissuto in prima persona il dramma di Salvatore Giordano, il 14enne colpito lo scorso sabato da alcuni calcinacci precipitati al varco di via Toledo. Senza attendere il lutto cittadino dichiarato dal sindaco per il giorno in cui si terranno i funerali del ragazzo, qualcuno già chiude le serrande.

Rabbia, indignazione: questi i sentimenti che hanno portato alcuni degli esercenti a non aprire fin da oggi. Antonio Esposito, il titolare di un negozio di prodotti tipici, è promotore da tempo di iniziative contro il degrado della Galleria. Spiega che molte persone fanno come lui, “si prodigano ogni giorno per proporre ai visitatori il meglio di questa città, ma queste cose, quello che è successo a quel ragazzo, ci riporta con i piedi per terra”. “Oggi non mi andava di alzare le serrande come se nulla fosse successo”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galleria Umberto, negozi chiusi per Salvatore: “Non si può far finta di niente”
NapoliToday è in caricamento