menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paolo Graziano

Paolo Graziano

Coppa America, i pm accusano Graziano: sarebbe il regista indiscusso dell'operazione

Il Presidente degli Industriali "ha gestito di fatto le procedure di gara per la realizzazione delle opere a terra, del village, del piano degli eventi e del piano della comunicazione, senza averne titolo"

Il Presidente dell'Unione industriali di Napoli, Paolo Graziano, è stato "il regista indiscusso dell'operazione", che ha portato a Napoli le regate della Coppa America: lo scrivono i pm Graziella Arlomede e Marco Bottino nel nuovo decreto di sequestro del computer notificato nei giorni scorsi al capo di gabinetto del Comune Attilio Auricchio.

Graziano, i cui uffici furono perquisiti lo scorso giugno, è indagato per illecita selezione di socio privato in concorso con il sindaco, Luigi De Magistris, il presidente della Regione, Stefano Caldoro, e l'ex presidente della Provincia, Luigi Cesaro, in relazione all'ingresso dell'Unione industriali nella società Acn (Americàs Cup Naples), che ha gestito l'organizzazione delle due edizioni delle regate.

Graziano, scrivono i magistrati, "ha preso contatti con gli americani, ha partecipato alla redazione e sottoscritto, benché privo di qualsivoglia titolo, il protocollo d'intesa nell'agosto 2011, allorché la società di scopo non era stata ancora costituita". Il presidente degli industriali, inoltre, è scritto nel documento, ha "gestito di fatto le procedure di gara per la realizzazione delle opere a terra, del village, del piano degli eventi e del piano della comunicazione". I requisiti per partecipare alla gara nella quale fu scelto il partner privato di Acn furono, secondo i pm, "cuciti addosso" al vincitore in pectore. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Villa mozzafiato in vendita a Marechiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento