menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Caffè Gambrinus

Il Caffè Gambrinus

Furto al Caffè Gambrinus: spariscono panettoni e 1500 euro

I titolari: "Erano decenni che non venivamo derubati, siamo rimasti turbati". Borrelli dei Verdi: "Un episodio gravissimo, dimostra a che livello di degrado ed insicurezza siamo arrivati in città"

È Natale anche per i ladri. Tant'è che per un furto a poche ore dalla vigilia hanno preso di punta, questa mattina attorno alle cinque, il celebre Caffè Gambrinus, a due passi da Piazza Plebiscito.

Secondo una una prima ricostruzione una banda è riuscita a portare via un paio di panettoni, un telefonino aziendale e 1500 euro che erano rimasti in cassa dalla notte precedente. Un bottino che gli investigatori definiscono modesto per il rischio comunque corso dalla banda - la zona è tra le più presidiate ed è circondata da telecamere che con ogni probabilità hanno filmato i banditi - che ha agito e che è riuscita a entrare forzando una serranda.

Come ha denunciato il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli: "Il furto è un episodio gravissimo che dimostra a che livello di degrado ed insicurezza siamo arrivati in città. Il locale infatti è chiuso solo dalle 2 alle 6 del mattino ed è situato nel palazzo della Prefettura al centro della città. Un luogo che anche la notte dovrebbe essere pattugliato".

"I ladri - ha continuato Borrelli - hanno potuto invece scassinarlo indisturbati portandosi via la refurtiva comodamente. Ringraziamo il Questore per essersi recato subito personalmente sul luogo e gli rinnoviamo l'invito a verificare il sistema di pattugliamento e controllo del territorio napoletano che appare incapace di fronteggiare questa nuova ondata criminale dovuta anche alla durissima crisi economica. Noi temiamo anche che questo furto possa essere anche un avvertimento della camorra ai proprietari del Gambrinus che non hanno mai pagato il pizzo. Una dimostrazione di forza ed una sfida alle forze dell' ordine in un locale simbolo della città di Napoli".

Immediato anche il commento dei titolari del Gambrinus, i fratelli Antonio ed Arturo Sergio: "Erano decenni che non venivamo derubati. Oltre all'incasso, ad alcuni panettoni e ad un telefonino aziendale non sono riusciti a portarci via molto altro ma siamo rimasti lo stesso molto turbati. Vedere la saracinesca divelta stamattina è stato un brutto colpo che ci ha riportati indietro di 20 anni. Purtroppo di notte i controlli delle forze dell' ordine sono davvero scarsi e anche l' isola pedonale di Via Chiaia a noi adiacente è usata da macchine e motorini spesso in modo selvaggio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento