Venerdì, 14 Maggio 2021
San Ferdinando San Ferdinando / Via Eldorado

Universi Sovrasensibili al Castel dell'Ovo

La mostra si terrà in occasione del XXXVII Congresso Andaf

Castel dell'Ovo

In occasione del XXXVII Congresso Andaf, che si terrà il 25 ed il 26 ottobre 2013 a Castel dell'Ovo, giovedì 24 ottobre alle ore 17.00 sarà inaugurata nella Sala delle Carceri di Castel dell'Ovo la mostra personale di Federico Tammaro, dal titolo "Universi Sovrasensibili".

Per buona Sorte dell'Umanità di ogni cosa esiste sempre l'esatto contrario. Viviamo sempre nella contrapposizione degli opposti, in quella che ci appare una lotta insopportabile, ma che nella realtà è l'alimento principe della nostra anima. Come si potrebbe decidere per il "Bene" se non esistesse il " Male", come si potrebbe vivere una "Passione" se non si conosce la "Noia"? Gli "Universi Sovrasensibili" sono proprio quelle diverse condizioni dell'essere la cui interpretazione varia continuamente in funzione del punto di osservazione.

Le opere di Tammaro suggeriscono sensazioni assolutamente opposte in funzione dello stato d'animo del visitatore. Un osservatore malinconico è pervaso dall'universo della melanconia, un'osservatore che vive un momento di felicità verrà pervaso dall'universo dei colori e della scanzonata voglia di vivere. In mostra una selezione di 16 coloratissimi lavori, quadri ad olio e tecniche miste, di diverso formato, concepiti intorno al concetto degli universi sovrasensibili, immaginari e paralleli, che cercano di trovare impossibili piani d'incontro tra gli opposti, come nell'opera "Rebis", dove nell'esoterica fusione tra mondo femminile e mondo maschile, rappresentata attraverso l'incestuosa fusione dei corpi dell'Imperatore cinese Fuaxi e della figlia Nikua, il femminino nascente cerca nel buio una vana felicità. Nel cammino artistico di Tammaro il tema "del vedere al di là" si dipana in maniera continua: dagli olii del primo periodo alle tecniche miste più recenti; da "People"del 1992, dove un'umanità ribollente vive nel caos giornaliero (ma anche nella routine), a "Habla con ella" degli anni 2000, dove un uomo cerca di rientrare nel ventre materno, oppure vive un'orgia d'amore; al più recente "Infinito 2", dove una folla viaggia verso l'infinito, oppure fugge da esso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Universi Sovrasensibili al Castel dell'Ovo

NapoliToday è in caricamento