menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Slackline (Foto di Nicola Clemente)

Slackline (Foto di Nicola Clemente)

Gli acrobati dello slackline incantano Napoli sui fili dei panni stesi

Centinaia di persone hanno assistito all'esibizione e ammirato le performance degli atleti in gara che hanno compiuto evoluzioni sorprendenti e spettacolari

Napoli incantata dai campioni dello slackline che hanno dato vita alla prima edizione del Red Bull Airlines, contest internazionale di questa spettacolare disciplina che vede gli atleti esibirsi in trick aerei su una fettuccia.

Centinaia di persone hanno assistito all’esibizione e ammirato le performance degli atleti in gara che hanno compiuto evoluzioni sorprendenti e spettacolari. Al termine della gara, la vittoria è stata conquistata dal tedesco Benni Schmid con una best run di 27 punti, davanti agli statunitensi Mickey Wilson (26 punti) e Brenden Gebhart (25.5).

Serratissima la finale tra i primi 5 atleti della classifica dopo le prime due run: il tedesco Benni Schmid si è aggiudicato il punteggio più alto grazie alla destrezza e all’abilità nei trasferimenti da un’altezza all’altra, ma soprattutto per la complessità dei suoi coraggiosi trick. Applauditissimo il suo backflip, premiato dalla giuria come Best trick dell’intero contest. “Non mi aspettavo di vincere – ha dichiarato entusiasta l’atleta – perché dopo le prime due run pensavo avesse fatto meglio Mickey, era molto regolare. Credo di aver vinto grazie al backflip che ho chiuso nell’ultima manche”.


Secondo e terzo sul podio i due americani Mickey Wilson e Brenden Gebhart, che hanno spinto fino all’ultimo sfidandosi in trick molto complessi, come pure hanno fatto il brasiliano Carlos Neto, 4° con 25 punti, e il tedesco Max Hess, 5° con 24 punti. L’italiano Lukas Huber, campione del mondo 2012 di trickline (specialità dove la fettuccia è posizionata a un metro di altezza), si è ben difeso ma non è purtroppo riuscito ad arrivare in finale. La diversa altezza del campo di gara del Red Bull Airlines, dai 4 ai 7 metri, non ha infatti favorito l’atleta altoatesino, abituato ad eseguire trick formidabili nella sua categoria. “Per me l’importante in questo contest non era vincere ma divertirmi al massimo e far divertire il pubblico – ha commentato Lukas – e spero di esserci riuscito!”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento