Martedì, 18 Maggio 2021
Chiaia Chiaia / Riviera di Chiaia

"Riviera di Chiaia mai così degradata": la denuncia

Antonio di Gennaro, delegato provinciale di Napoli Assoutenti: "Stazioni ancora da realizzare, enormi prismi da calare nel terreno con costi abnormi. Sì è alterata anche la Villa Comunale, la situazione peggiora"

Crollo Riviera di Chiaia 15 giorni dopo (Antonio Di Gennaro)

"Quale sia la causa effettiva, mai in oltre mezzo secolo delle nostra vita avevamo visto la Riviera così degradata". Comincia con queste parole la denuncia di Antonio Di Gennaro che sul gruppo FB 'Assoutenti Napoli' pubblica le foto scattate nella zona ove, 15 giorni fa, si è verificato il crollo di parte di un palazzo.

"Stazioni ancora da realizzare, enormi prismi da calare nel terreno con costi abnormi.... S'è alterata anche la Villa Comunale, in stato sempre peggiore".

AL VIA I LAVORI - Il sindaco di Napoli, e il capo di gabinetto Attilio Auricchio si sono recati ieri negli uffici della Procura della Repubblica per discutere dell'avvio dei lavori alla riviera di Chiaia. i pm titolari del fascicolo, Giovanni Corona e Fabrizia Pavani, avevano valutato la possibilità di investire della faccenda il prefetto come previsto dal Testo unico degli enti locali, dal momento che il Comune, nonostante i gravissimi rischi di ulteriori crolli, non aveva ancora provveduto ad avviare i lavori per la messa in sicurezza. De Magistris ed Auricchio hanno incontrato il procuratore aggiunto Alfonso D'Avino, al quale hanno assicurato che i lavori saranno avviati in tempi brevissimi. Il piano del Comune è stato approvato dai consulenti della Procura, Nicola Augenti e Paolo Prezioso.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Riviera di Chiaia mai così degradata": la denuncia

NapoliToday è in caricamento