rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Posillipo Posillipo / Viale Virgilio

Il verde a Napoli: Parco Virgiliano tra panorama e degrado

Numerose recinzioni all'ingresso, il prato non curato nei minimi dettagli. Ma numerose sono le potenzialità del "Parco 'a Rimembranza", uno dei luoghi più panoramici della città

La strada per accedervi non è delle migliori, ma vale la pena di arrivarci. È il Parco Virgiliano di Napoli, uno dei luoghi più panoramici della città scelto sia da coppie di fidanzati che da famiglie che portano i loro bambini a giocare sulle numerose giostre presenti.

C'è chi studia, chi fa una passeggiata. Il Parco Virgiliano è “utilizzato” in tutti i modi. Frequentato la mattina da studenti che cercano un po' di pace e di relax per preparare i loro esami, da chi approfitta della pausa pranzo per mangiare un panino “panoramico”. La sera è luogo d'incontro di giovani, soprattutto coppie che decidono di trascorrere qualche ora all'insegna del romanticismo, seduti su una panchina, con una birra e qualche chiacchiera di troppo. Il posto “favoreggia” sicuramente la comprensione e le riappacificazioni.

Conosciuto anche come Parco a' Rimembranza, sorge nel quartiere di Posillipo e dai suoi numerosi punti panoramici è possibile, in un solo colpo d'occhio, osservare le isole di Procida, Ischia e Capri, l'isolotto di Nisida, il golfo di Pozzuoli e i quartieri di Agnano, Fuorigrotta, Rione Traiano, Pianura, Camaldoli, i golfi di Bacoli e Monte di Procida, il Vesuvio, la costa vesuviana, la penisola Sorrentina, la Baia di Trentaremi e, per concludere, il centro storico di Napoli.

Il Parco Virgiliano - R. Volpe/NapoliToday

Il Parco Virgiliano accoglie cittadini e turisti con una grande fontana all'interno, ma al suo ingresso numerose sono le recinzioni che balzano all'occhio. Tutte le torri dell'entrata, infatti, sono pericolanti, per questo recintate con le transenne. Sono recintate anche molte giostre per i più piccoli e solchi causati dalla mancanza di tombini. Nonostante il verde, non curato abbastanza nei minimi dettagli, l'Hyde Park napoletano presenta numerose potenzialità. Al suo interno ci sono campi di calcetto, giostre, chioschi, tavolini, panchine e un anfiteatro, di costruzione ottocentesca, nel quale si svolgevano, e a volte si svolgono ancora, spettacoli di ogni genere.

Numerosi sono i punti di osservazione con apposite panchine da dove poter ammirare il panorama, impossibile da vedere in altri punti panoramici della città. Vi si accede da Viale Virgilio, ma la strada che lo precede è dissestata dalle radici dei grossi pini. Il parco è stato ristrutturato negli anni '90, in occasione dei mondiali di calcio, e da allora sono stati sporadici interventi di rilevante manutenzione o ristrutturazione. Negli orari estivi si può accedere fino all'una di notte, mentre nella stagione invernale il parco è accessibile solo fino alle 21, fatta eccezione per i fine settimana dove l'ingresso è possibile ammirare il panorama per un'ora in più.

(Ottobre 2011)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il verde a Napoli: Parco Virgiliano tra panorama e degrado

NapoliToday è in caricamento