menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Caracciolo

Via Caracciolo

Un lettore denuncia: "Via Caracciolo pedonale? Uno scempio"

"Il marciapiede lato mare occupato da venditori abusivi. Risciò, biciclette, pattini, go-kart a zig-zag in mezzo ad uno stuolo di pedoni accaldati e vocianti". Ed è caos

Era fine luglio quando l'assessore alla Mobilità Donati spiegava: "Via Caracciolo è un luogo che per le sue caratteristiche sintetizza il grande valore paesaggistico della città. Consegnarlo ai pedoni significa avviare anche una concreta politica di recupero del rapporto tra città e mare".

A un mese dall'avvio della pedonalizzazione di via Caracciolo, ecco giungere la denuncia di un lettore: "Nelle lunghe sere d'agosto, specie se si è rimasti da soli in città, l'unica possibilità di fuga dall'afa e dalla noia è una sana passeggiata sul lungomare. Domenica scorsa ho visto invece cosa accade nella zona pedonalizzata di via Caracciolo. Un vero scempio".


"Tutto il marciapiede lato mare - spiega Nando Pennone - occupato da venditori abusivi (potrebbero almeno posizionarsi sul marciapiede di fronte e lasciare libero l'accesso alla vista del golfo). Risciò, biciclette, pattini, go-kart, di tutto di più a zig-zag in mezzo ad uno stuolo di pedoni accaldati e vocianti. Traffico incalzante dovuto alla ricerca di un parcheggio in viale Dohrn, per non parlare delle paninoteche ambulanti e degli stand accalcati tra loro, come si trattasse di una sagra paesana. Se tutto ciò voleva significare restituire un pezzo di lungomare ai napoletani... c'è ancora molto da lavorare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento