Chiaia San Ferdinando / Via Chiaia

"A Chiaia le rapine e le aggressioni sono all’ordine del giorno”

La denuncia del pm Corona. I malviventi sono arrivati a sabotare le telecamere di sorveglianza e a manomettere il sistema di illuminazione stradale per agire indisturbati e non essere riconosciuti

Chiaia (Google Map)

Giovanni Corona, il pm che indaga sul crollo della Riviera e sulla morte di Cristina Alongi schiacciata dall'albero mentre era in auto a via Aniello Falcone, ha denunciato, a Dario Del Porto di “Repubblica”, lo stato di abbandono nel quale versa il quartiere Chiaia, dove si sta registrando un incremento di rapine e aggressioni.

I malviventi, infatti, sono arrivati a sabotare le telecamere di sorveglianza e a manomettere il sistema di illuminazione stradale per agire indisturbati e non essere riconosciuti trasformando Chiaia in una terra di nessuno soprattutto di sera.

Secondo Corona la soluzione sarebbe quella di imitare gli Stati Uniti, ossia dopo la seconda condanna per rapina la pena a carico dei delinquenti dovrebbe aumentare, impedendo invece la possibilità di ottenere benefici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A Chiaia le rapine e le aggressioni sono all’ordine del giorno”

NapoliToday è in caricamento