Martedì, 18 Maggio 2021
Chiaia Chiaia / Riviera di Chiaia

"Refugee Scart": vendita di oggetti d'arte solidali realizzati dai rifugiati

L'iniziativa sarà presentata da Erri De Luca che illustrerà il progetto umanitario, patrocinato dall'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati

Erri de Luca

Vendita di oggetti d'arte realizzati da rifugiati in Italia e veduti per sostenere l'ospedale di Emergency di Castel Volturno per gli immigrati, con "Refugee Scart''.

L’evento realizzato da Spiral approda alla stazione zoologica ''Anton Dohrn'' nella Villa Comunale di Napoli. L'iniziativa sarà presentata da Erri De Luca che illustrerà il progetto umanitario, patrocinato dall'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, UNHCR (Ufficio Sud Europa) a sostegno di rifugiati arrivati in Italia alla ricerca di protezione, in collaborazione con Centro Astalli, Laboratorio 53 e Programma Integra. ''In un locale offerto dalla solidarietà pura - spiega lo scrittore - una squadra di rifugiati raccoglie plastica buttata via e la trasforma in oggetti utili e anche belli. Un laboratorio di pochi utensili dà scopo, dignità e valore alle loro mani buone a tutto. Spiral Foundation ha aperto un'altra breccia nel muro dell'isolamento facendo circolare l'aria fresca della fraternità. Progetti come Refugee ScArt sono atti di fraternità che suscitano imitazione ed entusiasmo e realmente trasformano la società''.

La valenza del progetto è stato sottolineato anche da Laura Boldrini, Presidente della Camera dei Deputati, che per oltre dieci anni è stata portavoce dell'Unhcr. ''L'idea - ha detto la Boldrini commentando il progetto - è semplice e di grande utilità sociale: si ripuliscono le strade dalla plastica e si riciclano i materiali di scarto generando lavoro che permette ai rifugiati di rifarsi una vita. Ci guadagnano tutti: i cittadini e i rifugiati. Refugee scArt è ancora all'inizio ma guarda lontano''. I partecipanti potranno quindi ammirare o acquistare una delle creazioni Refugee ScArt realizzate unicamente con materiali di di riciclo e rielaborati in un laboratorio a Roma. L'intero ricavato (100%) delle vendite di Refugee ScArt tornerà ai rifugiati artigiani del progetto, i quali doneranno una parte del ricavato per sostenere l'acquisto di farmaci al Poliambulatorio Mobile di EMERGENCY di Castel Volturno (Caserta) che offre assistenza a migranti e rifugiati. All'incontro interverranno tra gli altri, oltre a De Luca, anche Andrea Bellardinelli, coordinatore Emergency Programma Italia; Lucio Aschettino, segretario di Magistratura Democratica e Marichia Simcik Arese, ondatrice di Refugee ScArt. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Refugee Scart": vendita di oggetti d'arte solidali realizzati dai rifugiati

NapoliToday è in caricamento