ChiaiaToday

Lungomare, moglie e marito poliziotto pestati davanti ai figli: gli arresti

La brutale violenza avvenne lo scorso giugno. Oggi l'esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare per i presunti responsabili

L'aggressione, avvenuta lo scorso giugno sul lungomare Caracciolo, fu violentissima: moglie e marito poliziotto vennero brutalmente pestati nel corso di una rapina ai loro danni. Stamane la squadra mobile di Napoli sta eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari nei confronti dei presunti malviventi.

I dettagli dell'operazione non sono stati ancora forniti dalle forze dell'ordine, ma saranno più chiari nel corso della giornata.

Intanto è giustizia per la coppia di aggrediti, in circostanze - quelle dello scorso giugno - particolarmente violente. Il poliziotto, libero dal servizio, si trovava con la propria auto in compagnia della moglie e dei due figli. All'altezza degli chalet del lungomare Caracciolo iniziò una lite per motivi di viabilità, la quale degenerò in violenta aggressione e quindi rapina dell'orologio che portava al polso.

Il pestaggio ebbe come vittima anche la moglie dell'uomo, intervenuta in sua difesa. Gli aggressori peraltro si scagliarono contro la macchina dell'agente di polizia, nella quale c'erano i due figli che avevano assistito impotenti alla violenza ai danni dei loro genitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

Torna su
NapoliToday è in caricamento