rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Chiaia Chiaia

Il Tar dice "no" all'isola pedonale ai Baretti: sospesa l'ordinanza del sindaco

L'ordinanza aveva già raccolto le proteste di cittadini e Municipalità

Il Tar boccia l'isola pedonale di via Bisignano a Chiaia, istituita dal comune di Napoli con un'ordinanza. I giudici hanno accolto il ricorso del comitato "Chiaia viva e vivibile" rappresentato dall'avvocato Luca Tozzi. Al momento, con un provvedimento d'urgenza, il tribunale ha sospeso l'ordinanza comunale, ma ha fissato una camera di consiglio il 3 marzo per chiarire al meglio la vicenda.

Ricordiamo che il dispositivo doveva essere in vigore fino a fine giugno, ma da subito  si erano registrate le proteste dei residenti e dei vertici della Municipalità competente. Inoltre, lo stesso provvedimento aveva creato più qualche malumore anche nei commercianti che si sono ritrovati divsi.

Rischio di pericolosi assembramenti

"A prescindere dal corretto inquadramento giuridico del provvedimento impugnato ma tenuto conto della ravvisabilita? prima facie di piu? d’una delle criticita? lamentate in ricorso, in ragione degli effetti che si determinerebbero “medio tempore”, emerge una situazione di estrema gravita? ed urgenza idonea a dare ingresso alla chiesta tutela cautelare ex art. 56 cpa, legata all’effettivo possibile verificarsi di pericolosi e non consentiti assembramenti nell’area interessata dalla ulteriore pedonalizzazione", si legge nel provvedimento del Tar.

"Strada inserita in una Ztl"

"Ritenuto che la strada in questione risulta gia? inserita in una ZTL, e che il nuovo provvedimento va ad incidere – peraltro con finalita? soltanto sperimentali, ancorche? per un considerevole lasso temporale, fino al 30.9.2021 – su una situazione complessiva consolidatasi da molto tempo (e comunque tale gia? dall’inizio della pandemia, da circa un anno)", scrive ancora il Tar.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar dice "no" all'isola pedonale ai Baretti: sospesa l'ordinanza del sindaco

NapoliToday è in caricamento