ChiaiaToday

Viale Gramsci, abbattuti cinque alberi: distrutto l'unico boulevard napoletano

Proteste dei residenti e non solo: "Abbattere tutti i pini, oltre allo scempio, cambia radicalmente il volto di viale Elena

Viale Gramsci, alberi tagliati (Foto Lucio Mauro)

Sono cinque i pini abbattuti, nella giornata di ieri, a viale Gramsci. Traffico in tilt e proteste dei residenti: "Si poteva sicuramente fare qualcosa per salvarli o per metterli in sicurezza, al posto di abbatterli", denuncia un commerciante della zona. Su tutte le furie anche la municipalità: " Se non si fa manutenzione è naturale che si arriva a questo punto. Un sindaco deve far funzionare i servizi e quindi proteggere il verde", spiega il presidente della Municipalità I, Francesco De Giovanni.

La distruzione del boulevard di Napoli 

"Dopo il maltempo di ottobre, hanno raso al suolo 100 pini di viale Virgilio (parco Virgiliano). Da due giorni, dopo il maltempo di sabato, stanno facendo la stessa cosa a viale Elena (o viale Gramsci, come dir si voglia). In entrambi i casi inquieta la grettezza e rozzezza con cui si affrontano queste cose. In entrambi i casi parliamo di luoghi iconici della città, di "posti famosi". Abbattere tutti i pini, oltre allo scempio in sé e per sé, cambia radicalmente il volto di viale Elena. Nessuna spiegazione, nessuna scusa, niente. Si calpesta la storia e il volto di una città con la forza bruta dell'ignoranza e dell'inconsapevolezza", scrive su Facebook Umberto De Gregorio, presidente Eav.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Abbandono

"Come è possibile che si decida di abbattere la gran parte del patrimonio arboreo della città senza aprire nessun pubblico dibattito, senza informare la popolazione, senza discuterne, come se abbattere un albero fosse uguale ad abbattere un muretto. E ancora, come è possibile che la città sia in questo stato di abbandono, dalla via Marina, al trasporto pubblico, al centro antico di giorno e di notte, senza che gli attuali amministratori si prendano mai uno straccio di responsabilità se non quella di gridare alle colpe di chi governava qualche decennio fa", denuncia Anna Maria Carloni, politica del Pd.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento