menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carcere

Carcere

Detenuto napoletano si suicida nel carcere di Borgo San Nicola a Lecce

Antonio Giustino aveva 52 anni ed era di Casoria. Il cadavere è stato trasportato presso la camera mortuaria dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce su disposizione dell'autorità giudiziaria

Antonio Giustino, un detenuto 52enne di Casoria, è stato trovato senza vita nel carcere di Borgo San Nicola, a Lecce. Un suicidio: il lenzuolo annodato alla finestra e attorcigliato al collo. Sul posto è intervenuto personale sanitario del 118 che non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Il cadavere è stato trasportato presso la camera mortuaria dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, su disposizione dell'autorità giudiziaria.


Secondo le prime ricostruzioni il detenuto ha deciso di restare in cella, durante il tempo libero nel cortile, che inizia alle 14 e termina alle 16, in modo da avere la cella sgombra. A quel punto, s'è letteralmente barricato, usando alcune brandine dei letti a castello, per poi mettere in atto l'insano gesto che l'ha portato alla morte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Attualità

Anm, via alla nuova linea bus 602 sulla tratta Garibaldi-Dante

Attualità

Riapre il Cinema Vittoria: coda al botteghino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento