Domenica, 26 Settembre 2021
Caivano Caivano / Parco Verde

Fortuna, spunta una testimone: “Ho visto cosa hanno fatto ad Antonio”

La donna ha raccontato tutto ai familiari della bambina, ma una volta chiamata in procura a riferire ha ritrattato la vicenda

“Se qualcuno sa qualcosa perché non parla, anche solo in forma anonima?”. L'appello di Federica Sciarelli a Chi l'ha visto?, trasmissione che si è occupata del caso della morte della piccola Fortuna Loffredo, non è rimasto inascoltato.

Qualcuno, come riportato dal Mattino, ha raccontato ai familiari di Fortuna particolari del presunto omicidio correlato a quello della piccola, ovvero la morte di Antonio Giglio: secondo una testimone, il 27 aprile 2013 una persona scaraventò il bambino giù da una finestra nella sua abitazione all'ottavo piano, nello stesso isolato tre dove poi sarebbe morta Fortuna.

La supertestimone però, chiamata in procura, ha clamorosamente ritrattato la sua testimonianza. Non è la prima volta che si verificano nella vicenda episodi simili. Qualche mese fa è stato depositato agli atti un video in cui persone discutevano dei due bambini dando per assodato si trattasse di omicidi, ma anche in quel caso ci furono problemi nel tradurre le testimonianze in qualcosa di utile.

Intanto, però, ambienti vicini alla procura partenopea insistono sul fatto che gli inquirenti stiano avvicinandosi al presunto killer.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fortuna, spunta una testimone: “Ho visto cosa hanno fatto ad Antonio”

NapoliToday è in caricamento