Venerdì, 14 Maggio 2021
Caivano

Estorsione da 10mila euro a una ditta per la raccolta rifiuti: due arresti

Il fatto a Caivano. Si cerca un terzo complice. La banda aveva bloccato quattro autocompattatori rubando le chiavi dei veicoli. Poi la richiesta dell'ingente cifra ogni mese per lo svolgimento del lavoro "in tranquillità"

Denaro

Estorsione ai danni di un'impresa per la raccolta dei rifiuti che lavora per il Comune di Caivano. Tutto ciò dopo aver minacciato gli autisti ed aver rubato le chiavi dei quattro autocompattatatori. Una volta identificati, sono finiti in manette questa mattina due uomoni di 45 e 32 anni. Manca all'appello un terzo complice che i militari stanno cercando di identificare. Il gruppo aveva bloccato quattro autocompattatori di una ditta di Casagiove, in provincia di Caserta, che ha vinto l' appalto per la raccolta rifiuti solidi urbani nel Comune di Caivano, per un importo di 320 mila euro mensili.

Dopo aver minacciato gli autisti, il furto delle chiavi dei veicoli e la fuga. Più tardi hanno contattato personalmente, un rappresentante dell' impresa, chiedendo 10 mila euro al mese per lo svolgimento del lavoro "in tranquillità". I carabinieri, dopo la denuncia presentata dai responsabili della ditta, hanno rintracciato ed arrestato i due riconosciuti anche dalle vittime. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione da 10mila euro a una ditta per la raccolta rifiuti: due arresti

NapoliToday è in caricamento