menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Caivano

Caivano

Campania Felix di oggi

Un giro tra i terreni agricoli di Caivano insieme all'agronomo Pasquale Crispino

Sono trascorsi quasi 12 mesi dalla "passeggiata" fatta nelle campagna di Caivano, in quello che un tempo era la nostra "Campania Felix" , e come allora ancora oggi si è costretti a costatare un territorio in crescete abbandono. Le cause di tale degrado delle campagne, fenomeno in costante crescita in tutto il territorio napoletano, sono innumerevoli e di difficile risoluzione.

Quelle che un tempo erano verdi campi ove si producevano le prelibatezze della nostra coltura culinarie e che rappresentavano ricchezza economica e culturale dei territori, oggi sono vissuti come spazi, aree, superfici in attesa di riempirle con qualche intervento speculativo edilizio. Negli anni gli agricoltori hanno visto costantemente ridursi i propri redditi e margini di guadagno, con la conseguenza che non vi è più interesse a coltivare i campi per produrre ortaggi o frutta, con la conseguenza che molto più spesso è sovente osservare nuovi terreni abbandonati e non più coltivati.

Tutto ciò è drammaticamente evidente nell'agro caivanese, ove l'abbandono dei campi ha dato via libera a delinquenti che senza rispetto delle regole e della legge sversano lungo i bordi delle strade e a volte nei terreni agricoli, calcinacci e rifiuti vari con grave pregiudizio per l'ambiente e la collettività. Lo Stato, non può presidiare il territorio ovunque con le forze dell'ordine, per cui è bene meditare sul ruolo sociale degli agricoltori nel preservare, tutele e presidiare le campagne e cercare con politiche adeguate di premiare chi con enorme sforzo svolge un compito anche di tipo sociale, gli imprenditori agricoli.


Sul tema abbiamo incontrato il Dottor Crispino Pasquale, agronomo di Caivano e consigliere dell'Ordine di Napoli e dell'Associazione Giovani Agricoltori : " si assiste ad una contrazione costante dei redditi agricoli, per ragioni sia di tipo macroeconomico sia legate all'arretratezza del settore produttivo in termini di tecnologie applicate e di aggregazione nell'offerta. Aiutare il mondo agricolo rappresenta una necessità a cui non si può prescindere, per il compito ad esso demandato di tutelare e salvaguardare il nostro territorio e mantenere in vita le nostre trazioni culturali". Anche quest'anno ci concediamo sperando che la situazione migliori, consci che solo un cambio di rotta radicale possa modificare lo stato dello cose.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Attualità

La Fontana del Tritone torna a vivere dopo sei anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento