Caivano

Amianto ai bordi della strada: qualcuno voleva bruciarlo

Il materiale cancerogeno era stato abbandonato e ricoperto di legna per poi dargli fuoco. Una discarica abusiva di 3mila metri quadri a poche centinaia di metri dalle case

Amianto

Lastre di amianto, abbandonate in strada, sono state oggi scoperte da una pattuglia anti-inquinamento dei vigili urbani a Caivano, nella Terra dei Fuochi. L'amianto erano stato ricoperto di legna: probabilmente qualcuno aveva intenzione di incendiarlo.

La zona del ritrovamento dista meno di un chilometro dal centro abitato, e pare che le lastre siano state depositate da poco. La polizia municipale ha subito chiesto l'intervento dell'Ufficio Ambiente del Comune, che ha provveduto a mettere in sicurezza il materiale cancerogeno. Alcune lastre erano pericolosamente sbriciolate.

Il sindaco di Caivano Antonio Falco ha chiesto ai vigili urbani di interdire al traffico veicolare e pedonale lungo la strada. In zona ritrovati anche altri rifiuti non pericolosi come frigoriferi, plastica, scarti edilizi e pneumatici usati, che ricoprono una superficie di circa 3mila metri quadri. Il Comune ha inoltre interpellato una ditta specializzata per caratterizzare il materiale e bonificare totalmente l'area.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto ai bordi della strada: qualcuno voleva bruciarlo

NapoliToday è in caricamento