menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cozze allevate nel porto: sequestrati 600 quintali

Seicento quintali di cozze sono stati sequestrati nel porto di Napoli. Erano allevate all'imbocco del porto:i n acque inquinate dal punto di vista chimico e microbiologico

In molti, a Napoli e provincia, sfuggiranno a una sicura intossicazione alimentare grazie al maxi sequestro di cozze effettuato nel porto di Napoli. In tutto sono stati sequestrati 600 quintali di cozze che erano allevate, abusivamente, all'imbocco del porto. Le implicazioni igienico-sanitare di una tale ubicazione dell'allevamento avrebbero colpito chiunque se le sarebbe ritrovate nel piatto, ignaro di pranzare con un'impepata cresciuta in acque inquinate sia dal punto di vista chimico, sia microbiologico. Il problema dell'allevamento abusivo di molluschi e del derivante mercato nero riguarda direttamente il consumatore che si trova a consumare frutti di mare che non hanno subito alcun controllo igienico-sanitario previsto dalla legge.

L'operazione è stata condotta dal nucleo ispettivo del Settore Veterinario dell'assessorato alla Sanità della Regione insieme con medici veterinari dell'ASL Napoli 1 Centro, col Comando provinciale carabinieri, col personale Arpac, d'intesa con l'assessorato all'Ambiente del Comune.
Con quello di oggi, salgono a oltre 1000 quintali i quantitativi di mitili sequestrati nei due interventi finora effettuati e non sono esclusi ulteriori azioni finalizzate allo smantellamento di impianti abusivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Attualità

La Fontana del Tritone torna a vivere dopo sei anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento