menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Disoccupati sulla gru

Disoccupati sulla gru

Cortei e scontri tra manifestanti e forze dell'ordine: caos a via Medina

Questa mattina un blocco stradale davanti alla sede dell'assessorato all'Ambiente della Regione Campania da parte di lavoratori Astir, Arpac e Bros. I manifestanti si sono poi spostati alla Questura

Scontri tra manifestanti e forze dell'ordine davanti alla Questura di Napoli in via Medina. Qui era arrivato il corteo non autorizzato organizzato dopo il blocco stradale di questa mattina davanti alla sede dell'assessorato all'Ambiente della Regione Campania da parte di lavoratori Astir, Arpac e Bros.

I manifestanti si erano spostati poi in piazza Borsa e raggiunto via Medina dove si sono verificati gli scontri con le forze dell'ordine in assetto antisommossa.

I lavoratori Astir ed Arpac sono impegnati nel campo delle bonifiche ambientali e lamentano il mancato pagamento di stipendi da quattro mesi oltre alla non erogazione dei buoni pasto da dieci mesi. Inoltre sottolineano di non avere garanzie sulle erogazioni delle prossime mensilità e della tredicesima. Inoltre, i loro timori riguardano il futuro produttivo delle aziende che, a giudizio dei portavoce dei lavoratori, non hanno commesse che garantiscano la prosecuzione delle attività.

Alcuni manifestanti, al termine degli scontri con le forze dell'ordine, sono stati portati in Questura a Napoli per accertamenti. Una donna, secondo quanto riferiscono alcuni portavoce dei manifestanti, è stata portata via da via Medina con un'ambulanza.

Nel primo pomeriggio la notizia: quattro persone coinvolte negli scontri sono state arrestate con l'accusa di violenza a resistenza a pubblico ufficiale. Sono tre uomini e una donna, tre dei quali appartenenti in particolare all'Astir ed uno al progetto di formazione Oriento. Otto agenti e un funzionario, riferisce la Questura, sono rimasti feriti. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento