Porto Porto / Piazza Municipio

Registro unioni civili: in un anno solo 20 coppie iscritte

La causa, per l'assessore Tommasielli, è l'impossibilità di realizzare una efficace campagna di informazione e sensibilizzazione. Trend al ribasso anche in altre regioni italiane

Le prime coppie iscritte

A quasi un anno dall'inaugurazione da parte da parte del comune di Napoli del registro delle unioni civili, risultano solamente una ventina le coppie che hanno chiesto l'scrizione, come riportato da Daniela De Crescenzo de "Il Mattino".

Il trend al ribasso è comunque diffuso anche altrove, visto che nonostante siano 130 i comuni che hanno introdotto i registri, le adesioni risultano comunque in numero esiguo, a dimostrazione dello scarso interesse dei cittadini probabilmente causato da una carente campagna informativa al riguardo.

L'assessore Tommasielli ha spiegato infatti  che la mancata diffusione dell'iniziativa ha radici nell'impossibilità di realizzare una efficace campagna di informazione e sensibilizzazione, a causa dei ben noti problemi economici e accusa che da parte degli stessi media ci sia stato un silenzio assordante al riguardo. Inoltre, fa notare l'assessore che esistono anche dei motivi pratici che spingono a non aderire: "registrando l’unione si possono smarrire alcune tutele. Le ragazze madri, ad esempio, perdono il diritto all’assegno".

L'iscrizione al registro delle unioni civili, inoltre, conferisce la possibilità di partecipare ai bandi del comune, ma non prevede ancora il diritto della pensione della reversibilità o al subentro nel contratto di affitto in caso di decesso di uno dei due componenti della coppia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Registro unioni civili: in un anno solo 20 coppie iscritte

NapoliToday è in caricamento