rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Porto Porto

Disoccupati e studenti in corteo: atti di vandalismo, cassonetti in fiamme

Slogan contro la riforma Gelmini e contro l'assenza di interventi per i senza lavoro. Atti di vandalismo in via Monteoliveto e via Verdi, auto ribaltate a via Toledo

È in atto in città un corteo degli studenti e dei disoccupati aderenti al progetto Bros.

Slogan contro la riforma Gelmini e contro l'assenza di interventi per i senza lavoro, ma anche atti di vandalismo.

Secondo quanto accertato dalla polizia, lungo il percorso diretto a palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campania, i manifestanti hanno dato fuoco a una serie di cassonetti in via Monteoliveto e poi in via Verdi, angolo Santa Brigida. Identiche azioni in piazza Trieste e Trento e in via Santa Lucia.

Intanto sono state ribaltate due auto di servizio di Telecom Italia, in sosta nei pressi della sede del Banco di Napoli. Secondo le forze dell'ordine i manifestanti di queste ultime azioni appartengono al Movimento disoccupati Banchi nuovi.

Un loro corteo è partito in mattinata da Piazza Mancini per recarsi agli uffici dell'assessorato regionale alle politiche sociali, in via Marina. Un altro corteo, partito da piazza del Gesù e composto da studenti dei collettivi di sinistra e da precari Bros, avrebbe dovuto invece recarsi alla giunta regionale per incontrare l'assessore all'istruzione. Il corteo, però, si è fermato in piazza Municipio.

I manifestanti avrebbero fatto esplodere anche una bomba carta e acceso un fumogeno. "C'è stato un fuggi-fuggi tra i passanti", racconta il dipendente di un bar di Via Toledo. A quell'ora, le 13.30 circa, la strada è molto affollata. Abbiamo avuto paura".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disoccupati e studenti in corteo: atti di vandalismo, cassonetti in fiamme

NapoliToday è in caricamento