rotate-mobile
Porto Porto / piazza Municipio, Palazzo San Giacomo

"La pupù dei cani" di Napoli finisce a Striscia la Notizia

Sorpresa a Palazzo San Giacomo con l'irruzione di Luca Abete che ha intervistato Sodano in merito al discusso provvedimento sugli escrementi dei cani

Sorpresa a Palazzo San Giacomo con l'irruzione di Luca Abete di Striscia La Notizia, che ha rivolto delle domande al vicesindaco Tommaso Sodano, chiedendo delucidazioni in merito alla decisione dell'amministrazione comunale di obbligare tutti i cittadini possessori di cani a sottoporre il proprio amico a quattro zampe all'esame del DNA. Il servizio andrà in onda in una delle prossime puntate del Tg satirico.

Secondo il provvedimento del comune coloro che non registreranno il DNA del proprio cane, verranno puniti con una sanzione pecuniaria che va dai 25,82 ai 154,94 euro, mentre per coloro che lasceranno le feci per strada, la sanzione sale fino ai 500 euro. In collaborazione con le Asl di Napoli verrà costiuito un database, afferente alla Banca Anagrafe Canina regionale, in cui sarà possibile risalire al proprietario del cane, a partire dall’analisi del DNA estratto dalla deiezione abbandonata in luoghi pubblici, che verranno poi puniti con le sanzioni di cui sopra.

Luca Abete e Tommaso Sodano (Foto Comune Napoli)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La pupù dei cani" di Napoli finisce a Striscia la Notizia

NapoliToday è in caricamento