rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Pendino Pendino / Via Galileo Ferraris

Pensionati napoletani s'incatenano davanti alla sede cittadina dell'Inps

Le richieste vanno dall'abolizione dei ticket sulle visite specialistiche, ospedaliere e medicinali all'utilizzo sistematico di tutte le strutture sanitarie territoriali a tempo pieno

Una decina di pensionati, guidati dal segretario regionale del Partito Pensionati della Campania Fortunato Sommella, si sono incatenati questa mattina davanti alla sede dell'Inps in Via Galileo Ferraris a Napoli. I manifestanti hanno chiesto a gran voce l'abolizione dei ticket sulle visite specialistiche, ospedaliere e medicinali e l'utilizzo sistematico di tutte le strutture sanitarie territoriali a tempo pieno, compreso sabato e domenica.

I pensionati, come sottolinea l'Adnkronos, richiedono inoltre "massima celerita' nell'esame delle pratiche di invalidità civili ed erogazione delle indennità, il blocco degli aumenti della Tarsu" e "l'uso dell'ex Albergo dei Poveri come luogo di accoglienza per i senza fissa dimora".

"Possiamo annunciare che ci stiamo organizzando per andare a protestare non al Comune, non alla Regione, ma direttamente al Quirinale", ha dichiarato Sommella, chiamando a raccolta anche tutti i lavoratori.

Ha partecipato alla protesta anche Sabino Genovese, leader dei pensionati vomeresi, che dice: "Non serve più lamentarsi solamente sui blog e sui social network. E' il momento di scendere in piazza, per far sentire la propria voce".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionati napoletani s'incatenano davanti alla sede cittadina dell'Inps

NapoliToday è in caricamento