Pendino Avvocata / Piazzetta San Gregorio Armeno

“L'Oro di Scampia”: proteste contro il finto scippo a San Gregorio Armeno

Si gira il film tv a puntate su Pino Maddaloni e sulla sua palestra che ha tolto dalla strada tanti ragazzi a rischio. Cittadini e commercianti: "Siamo esterrefatti ed indignati, quella scena non doveva essere consentita"

San Gregorio Armeno

Proteste da parte dei cittadini per una scena girata a San Gregorio Armeno - quella di uno scippo - per la fiction «L’oro di Scampia», che ripercorre la storia del campione olimpionico Pino Maddaloni e della sua palestra che ha aiutato molti giovani, salvandoli dalla camorra.

A ribellarsi, spiega  sono soprattutto le associazioni di cittadini e di commercianti che denunciano di aver ricevuto un pesante danno di immagine.

Come ha dichiarato Gabriele Casillo, presidente dell'associazione Corpo di Napoli: "Siamo esterrefatti ed indignati per quello che è stato consentito di fare a via San Gregorio Armeno martedì scorso, esattamente a due anni dalla serrata degli artigiani e dei commercianti del Centro Antico di Napoli che tennero le loro saracinesche abbassate in segno di lutto per la morte del signor Mendoza, un turista statunitense morto a causa di uno scippo avvenuto nella zona del porto, una iniziativa promossa dagli artigiani di San Gregorio Armeno per far sentire la loro protesta e per condannare ogni forma di illegalità e di violenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“L'Oro di Scampia”: proteste contro il finto scippo a San Gregorio Armeno

NapoliToday è in caricamento