Giovedì, 23 Settembre 2021
Mercato Mercato / Via Settembrini Luigi, 79

Il museo Madre cambia il logo: forti critiche e polemiche sul web

Sui social network viene contestata l'estrema minimalità del logo, troppo semplice e poco rappresentativo. Elevato il costo: ben 20 mila euro. I Verdi: "Scelta assurda e inutilmente dispendiosa"

Sta suscitando numerose critiche e una certa dose di ironia in rete il nuovo logo del Museo d'arte moderna “Madre” di Napoli. A finire sotto accusa in particolare il costo per realizzare il logo e l'identità visiva del museo, ossia 20mila euro, prezzo rivelato dal direttore della struttura di via Donnaregina, Andrea Viliani, che ha anche tenuto a precisare che in precedenza la spesa si aggirava sui 110mila euro.

Forti critiche sono piovute soprattutto dai social network, dove viene contestata l'estrema minimalità del logo, apparso ai più troppo semplice e poco rappresentativo di un museo d'ate moderna innovativo e ovviamente anche il costo, ritenuto eccessivo, soprattutto se si considera il fatto che il Madre è a totale partecipazione pubblica. Infine, non è piaciuta neppure la scelta della società che è stata incaricata di realizzare il logo, l'agenzia di comunicazione Leftloft di Milano, preferita dunque ai creativi e alle web agency campane.


"Una cifra impensabile - dichiara il responsabile regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli - affidata a quanto ci risulta tramite trattativa privata ad una società milanese. Insomma dopo anni di polemiche il museo di arte contemporanea napoletano parte a nostro avviso con il piede sbagliato spendendo soldi pubblici per farsi realizzare un nuovo marchio di cui tra l' altro non si sentiva l' esigenza ad una società milanese invece di coinvolgere ad esempio a costo zero gli artisti napoletani, gli istituti d' arte e l' Accademia di Belle Arti. Noi riteniamo questa scelta assurda e inutilmente dispendiosa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il museo Madre cambia il logo: forti critiche e polemiche sul web

NapoliToday è in caricamento