menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scippo ai Quartieri Spagnoli: ferito turista inglese 67enne per un Rolex

Frattura scomposta del femore della gamba sinistra. L'uomo derubato dell'orologio: "Non tornerò più a Napoli". Di Caterina del Pdl: "C'è bisogno di più sicurezza in città, di un maggiore presidio di forze di polizia"

È ora ricoverato nel reparto di Ortopedia dell'ospedale Vecchio Pellegrini Ronald Buckmuster, turista inglese 67enne vittima ieri di uno scippo con la moglie. L'uomo ha riportato la frattura scomposta del femore della gamba sinistra e dovrà essere sottoposto a un intervento nei prossimi giorni.

Teatro dell'aggressione, i Quartieri Spagnoli. La coppia era sbarcata poche ore prima in città, tappa di una crociera nel Mediterraneo. "Questa - ha detto l'uomo - era per noi la terza volta che venivamo a Napoli, ma dopo oggi non torneremo più". L'uomo ha già rilasciato la propria testimonianza agli agenti di polizia, adesso sulle tracce dei malviventi. La moglie, intanto, aiutata dal personale del Consolato inglese si e sistemata in un albergo in città per restare accanto al marito.

A far male alla vittima, soprattutto la violenza dell'aggressione. "Se mi avessero detto di consegnare l'orologio, un Rolex non avrei fatto resistenza e lo avrei consegnato, invece ci hanno aggrediti alle spalle, strattonato e gettato a terra".

Nelle prossime ore, intanto, una delegazione del Pdl, guidata da Fulvio Martusciello, farà visita al turista inglese, mentre il parlamentare del Pdl Marcello Di Caterina ha commentato così l'accaduto: "Ancora una volta un turista scippato e ferito, ancora una volta l'immagine di Napoli mortificata da un episodio di criminalità ordinaria che rende vani gli sforzi sostenuti da tutti gli operatori turistici ed in particolar modo delle compagnie da crociera che sempre più puntano sulla nostra città e sulla Campania tutta. Basta con le chiacchiere, c'è bisogno di più sicurezza, di un maggiore presidio di forze di polizia".

"Il Governo - ha concluso Di Caterina - costi quel che costi, deve assicurare a Napoli ed alla sua provincia, un'adeguata sicurezza fatta di più uomini, più mezzi e anche più strutture. La stessa Stazione marittima deve essere presidiata notte e giorno per evitare che bande di criminali prendano di mira i turisti già nel momento dello sbarco".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento