rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Avvocata Avvocata / Piazza Dante

Centro storico, si gioca alla guerra sparando ai turisti

La denuncia dalle pagine del Corriere: giovani teppisti utilizzavano armi da War Games per colpire i malcapitati. Sequestrate 21 pistole per softair non a norma in 2 armerie della città

Per alcuni giorni un gruppo di giovani teppisti ha giocato alla guerra nel centro storico di Napoli. Lo facevano sparando a turisti malcapitati, appena usciti dalla stazione metropolitana di Piazza Dante, utilizzando pistole adatte ai famosi “War Games” (giochi di guerra).

A riportare la notizia è stata la cronista Anna Paola Merone dalle pagine del Corriere del Mezzogiorno. Restano ancora ignoti i colpevoli del pericoloso “gioco” (che è ovviamente reato), ma ieri gli agenti del Nucleo Attività Mercatali, con a capo il tenente Vittorio De Martino, hanno sequestrato 21 pistole modello BB 302 Powerwin, atte al softair (tiro tattico sportivo, gioco di simulazione di tattiche militari) e quindi a questi giochi di guerra.I controlli effettuati hanno dimostrato che le armi in questione non erano a norma, essendo state fabbricate per avere una potenza superiore a quella prescritta dalla legge. I proprietari devono ancora chiarire diversi aspetti della faccenda, per questo dovranno rimanere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


La sensazione è che non ci sia più un freno, che delinquenti di tutte le età e tipologie si sentano padroni della strada e in grado di fare qualunque cosa. Sul Corriere si legge ancora che in città, a causa di questi episodi e di altri tipi di reati, la Polizia Municipale ha intensificato i controlli, individuando anche le zone a maggiore rischio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico, si gioca alla guerra sparando ai turisti

NapoliToday è in caricamento