Venerdì, 18 Giugno 2021
/~shared/avatars/34755564495382/avatar_1.img

Ermete Ferraro

Rank 32.0 punti

Iscritto venerdì, 23 settembre 2011

Pannelli fotovoltaici sui tetti delle scuole: il progetto è un flop. Solo 11 scuole li hanno montati

"La Rete Campana per la Civiltà del Sole e della Biodiversità - insieme con WWF e Legambiente - stanno denunciando da mesi il 'flop' del progetto comunale relativo alle 'scuole solarizzate' e l'opacità amministrativa che impedisce di comprenderne i motivi. Solo adesso la Commissione Trasparenza sembra essersene accorta, ma meglio tardi che mai.....
Ermete Ferraro, Presidente R.C.C.S.B ( www.laciviltadelsole.org )"

1 commenti

Energia, 11 scuole di Napoli la prenderanno dal sole

"LA 'SOLA' DELLE SCUOLE SOLARIZZATE
Con una spudorata giravolta, Comune ed ANEA si vantano pubblicamente di un progetto che è invece la dimostrazione lampante di disinteresse, inefficienza ed opacità amministrativa. Al più presto renderemo pubblica la verità su questo sconcertante 'affaire'. Ermete Ferraro, Presidente, Rete Campana Civiltà del Sole e della Biodiversità (www.laciviltadelsole.org)"

1 commenti

Scuole solarizzate: a che punto siamo?

Nel 2008 l'Amministrazione comunale di Napoli progettò di realizzare ben 42 scuole 'solarizzate', cioè rese autonome da impianti fotovoltaici. A distanza di quasi 10 anni gli impianti realizzati e funzionanti sono solo 5, per di più senza un monitoraggio che attesti i risultati del progetto. Perché si è giunti a questo punto e che cosa si può fare per rivitalizzare il progetto 'scuole solarizzate' ?

Visite 46 Approvato il 28 novembre del 2017

Aprirà a marzo il parco ecologico d'Acunto

A due anni dalla morte del leader ecologista Antonio D'Acunto - al cui ricordo l'Amministrazione de Magistris decise d'intitolare un parco ecologico tematico a Marianella - un sopralluogo congiunto indica che il progetto è in via di ultimazione. L'apertura dell'area è infatti prevista per l'inizio di Marzo 2017.

Visite 183 Approvato il 25 gennaio del 2017

N'Albero alla Rotonda Diaz, si allarga il fronte dei no

"Sulla questione dell'installazione di un albero artificiale alto 40 metri sul lungomare di Napoli è negativo il giudizio espresso dal portavoce di VAS Napoli, Ermete Ferraro, sia per l'impatto visivo sgradevole di questa installazione gigantesca sul contesto, sia per l'assurdità di piazzare un enorme albero finto - a scopi turistico-commerciali - su un lungomare di per sé meraviglioso e panoramico.
"A Napoli sono stati recentemente abbattuti centinaia di alberi (quelli veri), che andrebbero tutelati ed eventualmente curati - ha commentato Ferraro - per cui questo progetto appare ancor più assurdo, visto fra l'altro il consumo di 300.000 lampade, sia pure a bassa intensità. Napoli ha bisogno di ben altro e non di queste 'americanate' di dubbio gusto.""

1 commenti

Via Cilea, sit in di protesta per l'abbattimento dei pini

"Il Circolo napoletano dell'associazione ambientalista V.A.S. (Verdi Ambiente e Società) si associa ai Verdi di Napoli ed alla LIPU nella protesta contro l'assurdo ed ingiustificato abbattimento di alcuni pini nello svincolo 'Cilea' della Tangenziale. VAS parteciperà pertanto alla protesta organizzata per sabato 12 novembre alle ore 11,30 e farà di tutto per salvaguardare la residua porzione di verde pubblico napoletano da abusi di ogni genere."

1 commenti

Natale a Napoli, un albero di 30 metri sul lungomare

"Come ambientalista esprimo un giudizio estremamente negativo, sia per l'impatto visivo sgradevole di questa installazione gigantesca sul contesto, sia per l'assurdità di piazzare un enorme albero finto - a scopi turistico-commerciali - su un lungomare di per sé meraviglioso e panoramico. A Napoli sono stati recentemente abbattuti centinaia di alberi (quelli veri), che andrebbero tutelati ed eventualmente curati, per cui questo progetto appare ancor più assurdo, visto fra l'altro il consumo di 300.000 lampade, sia pure a basso consumo. Napoli ha bisogno di ben altro e non di queste 'americanate' di dubbio gusto. Ermes Ferraro, Portavoce per Napoli di VAS-Verdi Ambiente e Società"

1 commenti

Nel Golfo di Napoli la portaerei statunitense Eisenhower

"COMUNICATO STAMPA – PRESS RELEASE
BASTA COI MOSTRI NUCLEARI NEL PORTO DI NAPOLI !
Il Portavoce del Circoli di Napoli dell’Associazione Nazionale di Protezione Ambientale V.A.S. (Verdi Ambiente e Società), l’ecopacifista Ermete Ferraro, esprime indignazione per la rinnovata minaccia alla sicurezza della popolazione napoletana, costituita dalla inquietante presenza nelle acque antistanti il nostro Porto della portaerei statunitense a propulsione nucleare “D. Eisenhower”.
“ E’ dagli anni ’80 che le organizzazioni ambientaliste e pacifiste si battono per la denuclearizzazione dei porti italiani e perché le popolazioni locali siano messe a conoscenza del gravissimo rischio per la loro salute ed incolumità costituito dalla possibilità d’incidenti a natanti a propulsione nucleare ancorati nelle acque territoriali.
E’ dagli anni ’90 che – inutilmente – sono state chieste alle Prefetture informazioni sui piani di sicurezza interna di loro competenza, regolarmente secretati in nome del segreto militare, mentre in molti altri Paesi – come Francia e Regno Unito – sono addirittura pubblicati sui siti web – ha dichiarato Ferraro - L’Associazione VAS, in prima persona, ha ottenuto solo una parte poco significativa del Documento in questione, da cui si ricava però il ruolo del Sindaco come garante della salute e della sicurezza pubblica, per cui abbiamo ripetutamente fatto appello alla nostra Amministrazione Comunale perché si agisse di conseguenza.”
Lo scorso settembre, finalmente, la Giunta de Magistris ha approvato una delibera (la n. 609/2015) nella quale – recependo le legittime richieste degli ambientalisti e dei pacifisti – si è dichiarato “il Porto di Napoli ‘area denuclearizzata’, affidando al Sindaco tutti gli ulteriori passaggi politici-istituzionali con gli Organismi competenti anche internazionali, finalizzati affinché nel Porto di Napoli venga sancito il divieto assolutori accesso, transito e sosta di natanti a propulsione nucleare o che abbiano a bordo armi nucleari”.
“E’ sconcertante – ribadisce Ferraro – che la voce della terza comunità cittadina italiana abbia avuto così poco ascolto e che i Napoletani debbano ancora una volta assistere impotenti a questa manifestazione di arroganza militare e di potenziale minaccia alla sicurezza pubblica. Scriveremo di nuovo al Sindaco, al Prefetto ed al Comandante dell’Autorità Portuale di Napoli perché questa situazione sia affrontata con tutti gli strumenti disponibili e con fermezza.”
VAStampa > Contatti: Ermete Ferraro, Portavoce, Circolo metropolitano VAS di Napoli “Antonio D’Acunto” Contatti > 349 3414190 – ermeteferraro@alice.it
Napoli, 19 giugno 2016"

1 commenti

La scuola che cambia: impianto fotovoltaico all'Istituto Gigante-Neghelli

"Come ecologista e come presidente della Rete Campana per la Civiltà del Sole e della Biodiversità esprimo il mio apprezzamento per questa realizzazione. Si tratta infatti non soltanto di un nuovo impianto fotovoltaico realizzato sul tetto di un edificio scolastico, ma anche di un passo avanti significativo verso l'autonomia energetica di quell'istituto. Captare l'energia solare è sempre positivo, ma utilizzarla 'in loco', a beneficio della struttura dove si produce elettricità dal sole è molto meglio e va nella direzione da tempo auspicato dalla nostra Rete Solare. Complimenti quindi alla Giunta de Magistris, nella speranza che questa tendenza possa affermarsi sempre più e meglio."

1 commenti

Pannelli fotovoltaici sui tetti delle scuole: il progetto è un flop. Solo 11 scuole li hanno montati

"La Rete Campana per la Civiltà del Sole e della Biodiversità - insieme con WWF e Legambiente - stanno denunciando da mesi il 'flop' del progetto comunale relativo alle 'scuole solarizzate' e l'opacità amministrativa che impedisce di comprenderne i motivi. Solo adesso la Commissione Trasparenza sembra essersene accorta, ma meglio tardi che mai.....
Ermete Ferraro, Presidente R.C.C.S.B ( www.laciviltadelsole.org )"

1 commenti

Energia, 11 scuole di Napoli la prenderanno dal sole

"LA 'SOLA' DELLE SCUOLE SOLARIZZATE
Con una spudorata giravolta, Comune ed ANEA si vantano pubblicamente di un progetto che è invece la dimostrazione lampante di disinteresse, inefficienza ed opacità amministrativa. Al più presto renderemo pubblica la verità su questo sconcertante 'affaire'. Ermete Ferraro, Presidente, Rete Campana Civiltà del Sole e della Biodiversità (www.laciviltadelsole.org)"

1 commenti

N'Albero alla Rotonda Diaz, si allarga il fronte dei no

"Sulla questione dell'installazione di un albero artificiale alto 40 metri sul lungomare di Napoli è negativo il giudizio espresso dal portavoce di VAS Napoli, Ermete Ferraro, sia per l'impatto visivo sgradevole di questa installazione gigantesca sul contesto, sia per l'assurdità di piazzare un enorme albero finto - a scopi turistico-commerciali - su un lungomare di per sé meraviglioso e panoramico.
"A Napoli sono stati recentemente abbattuti centinaia di alberi (quelli veri), che andrebbero tutelati ed eventualmente curati - ha commentato Ferraro - per cui questo progetto appare ancor più assurdo, visto fra l'altro il consumo di 300.000 lampade, sia pure a bassa intensità. Napoli ha bisogno di ben altro e non di queste 'americanate' di dubbio gusto.""

1 commenti

Napoli - SCUOLE SOLARIZZATE: A CHE PUNTO SIAMO? -

Nel 2008 l'Amministrazione comunale di Napoli progettò di realizzare ben 42 scuole 'solarizzate', cioè rese autonome da impianti fotovoltaici. A distanza di quasi 10 anni gli impianti realizzati e funzionanti sono solo 5, per di più senza un monitoraggio che attesti i risultati del progetto. Perché si è giunti a questo punto e che cosa si può fare per rivitalizzare il progetto 'scuole solarizzate' ?

46 Visite
  • Invio contenuti (generico): 20 Contenuti inviati
NapoliToday è in caricamento