menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavezzi illude il Napoli, ma Gilardino gela il San Paolo

Fiorentina corsara a Napoli: 1-3 per i viola. Azzurri battuti per la prima volta in casa quest’anno. Per la squadra di Mazzarri si tratta del secondo ko di fila e della settima partita senza vittorie. Il Milan dirà se è crisi

Quattro pareggi consecutivi e una sconfitta maturata in quel di Bologna domenica scorsa. La Fiorentina è reduce invece dall’eliminazione (immeritata) di Champions per mano del Bayern Monaco. In settimana il tecnico livornese aveva parlato di “flessione” respingendo con forza la parola “crisi” e aveva anche detto che avrebbero giocato solo i più in forma. La formazione che non t’aspetti German Denis dal primo minuto al posto di Quagliarella.

Il primo tempo  è  equilibrato: la Fiorentina manovra, ma è il Napoli ad avere le occasioni più ghiotte. Una punizione battuta da Lavezzi, con il pallone che termina al di sopra della porta difesa da Frey.  Un colpo di testa di Gilardino, di poco a lato. Le due squadre giocano soprattutto a centrocampo: le difese attente, il Napoli prova ad affondare con Maggio sulla destra, la corsia di Gobbi e Pasqual. Denis sciupa in malo modo due colpi di testa. Uno viene parato dal portiere francese, il secondo è del tutto fuori misura. Ci prova anche Zuniga, ma Frey neutralizza il tiro.

I viola reclamano un penalty per un fallo di mano in area di Rinaudo, giudicato involontario dall’arbitro Banti. Uno scontro di gioco tra De Sanctis e Gilardino fa temere il cambio, ma il portiere azzurro ce la fa a proseguire il match. Riprende la partita per il secondo tempo: al 2’ di gioco Maggio da destra serve Lavezzi con un cross che l’argentino spedisce di testa alle spalle dell’incolpevole Frey. 1-0 per il Napoli e festa sugli spalti di Fuorigrotta.

Il Napoli sembra voler cercare subito il raddoppio. Prima con Zuniga, ottima la prestazione del colombiano, poi di nuovo con Lavezzi. Niente di fatto.

Al 12’ il tecnico viola effettua due cambi: escono Pasqual e Comotto per Babacar e De Silvestri.
Al 15’minuto momento clou della partita: Lavezzi si invola e solitario arriva in area di rigore viola. Attarda il tiro, felipe recupera e lo atterra in piena area di rigore. Sarebbe rigore, l’arbitro non lo vede, non lo assegna.Come spesso accade nel calcio, si concretizza la regola “gol sbagliato, gol subito” detto fatto. Sul capovolgimento di fronte Jovetic trova libero in area di rigore Gilardino, che di testa trafigge De Sanctis. È pareggio, 1-1.

A questo punto la partita si fa più vibrante, occasioni da una parte e dall’altra più o meno nitide al 19’ Prandelli getta nella mischia Montolivo che rileva Bolatti.

Fabio Quagliarella

  • fabio_quagliarella_napoli_bari
  • fabio qaugliarella allenamenti
  • fabio quagliarella
  • fabio quagliarella azione
  • fabio quagliarella campionato

Mazzarri effettua il primo cambio: esce Pazienza, entra Cigarini, per dare più fantasia alla manovra azzurra. Ciò nonostante è la Fiorentina a rendersi pericolosa, ci crede e lo dimostra.
Gilardino colpisce di testa e De Sanctis è vigile; poi è Felipe che nella sua area svirgola rischiando l’autorete, ma Frey è attento e cattura il pallone. Ci prova anche Santana di testa.

Poi al 30’ Mazzarri decide di schierare Quagiarella al posto di Denis. Ma non riesce ad essere incisivo lo stabiese. Le squadre  sembrano stanche e la partita scivola lentamente verso il pareggio. Ma non è così.

42’ minuto: calcio d’angolo per i viola, batte Santana. Al Centro Jovetic di testa, in mezzo c’è Gilardino che sfugge alla retroguardia azzurra e ancora di testa supera il portiere azzurro portando in vantaggio la Fiorentina. Doppietta per lui.
Doccia gelata per i giocatori azzurri. E per i tifosi presenti allo stadio.
A questo punto il Napoli prova l’assedio finale. Cigarini spedisce alta una punizione dal limite dell’area di rigore.
Gli azzurri provano la rimonta. In tutti i modi. I 5 minuti di recupero assegnati dall’arbitro lasciano ben sperare.

Un cross di Hamsik viene respinto da Montolivo. Un colpo di testa di Maggio viene parato dal portiere viola. Agli ultimi assalti partenopei prende parte anche De Sanctis, che lascia sguarnita la porta.
Proprio il portiere napoletano si ritrova la palla tra i piedi al limite dell’area viola, la perde. Babacar la calcia lontano, nella metà campo azzurra. Jovetic è solo e insacca senza alcun problema. È 1-3 per i viola, l’arbitro fischia la fine della partita, stavolta agli uomini di Mazzarri non riesce la rimonta.. La fiorentina festeggia. Il Napoli fa i conti con la seconda sconfitta consecutiva. La prima in casa di questo campionato. La prima in notturna dell’era De Laurentiis.

Negli spogliatoi azzurri è  lo stesso patron a fare “quadrato” attorno ai suoi giocatori, ai microfoni di Sky afferma: ''Non posso dire nulla ai giocatori, che hanno giocato molto bene.” Sul rigore: Certo sul 2-0 la Fiorentina sarebbe andata alla deriva. Non mi sono inquietato per l'episodio del rigore, gli arbitri sono questi o si accettano oppure vendo tutto e torno a fare solo il produttore cinematografico".

Anche Mazzarri, sempre ai microfoni di Sky elogia i suoi gocatori, malgrado il ko subito: ''Il Napoli ha fatto una grande gara, conducendola sempre ad eccezione dei primi dieci minuti. Ai punti avremo meritato la vittoria. Siamo stati penalizzati da episodi come quello del rigore negato a Lavezzi, la Fiorentina nel secondo tempo non ha creato quasi niente''. Il tecnico livornese si sofferma sulla scelta di Denis. ''E' in forma, ed era giusto che giocasse. Quagliarella? Erano un paio di partite che era un po' giù, ma ha giocato bene lo spezzone di partita in cui l'ho inserito''. Napoli brillante sugli esterni: ''Si, anche Zuniga ha fornito una buona prestazione. Certo, manca Dossena che stava recuperando la forma fisica ottimale ma si è infortunato”.
Adesso per il Napoli si fa dura. È atteso infatti domenica prossima a Milano dai i rossoneri, poi in casa ospiterà la Juventus. Fiorentina che invece, con questa vittoria in trasferta spazza via le delusioni europee e può sperare di dare ancora un senso a questo campionato. Domenica prossima se la vedrà in casa con il Genoa di Gasperini.  

Tabellino 
NAPOLI  De Sanctis 6, Aronica 6,  Rinaudo 6,5, Campagnaro 6, Zuniga 6,5 (42’st Bogliacino s.v), Gargano 5, Pazienza 5,5 (20’st Cigarini 5), Maggio 6, Hamsik 5,5 Lavezzi 6,5, Denis 5,5 (30’st Quagliarella s.v.) (Iezzo, Rullo, Maiello, Liccardo). All.Mazzarri
FIORENTINA Frey7, Comotto6 (11' st De Silvestri 6), Kroldrup 6,5, Felipe 6, Pasqual 6 (11' st Babacar 6,5), Bolatti5, Santana6, Gobbi 5,5, Donadel 6, Gilardino7, Jovetic6,5.(Avramov, Masi, C. Zanetti, Ljajic) All. Prandelli
Arbitro: Banti di Livorno 
Reti: nel st 2' Lavezzi; 15' e 41' Gilardino; 49' Jovetic. 
Angoli: 6-5 per il Napoli. 
Recupero: 1' e 5'. 
Ammoniti: Pazienza e Lavezzi per comportamento non regolamentare; Felipe per scorrettezze; Comotto per proteste.. 
Spettatori: 30 mila circa.


Guarda la sintesi della partita


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento