menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zamparini furioso: "A Napoli gara condizionata dall'arbitro. Ora peggio di Calciopoli"

Il presidente del Palermo non ha mandato giù la sconfitta patita al San Paolo contro gli azzurri

Ci risiamo. Il presidente del Palermo Maurizio Zamparini non ha mandato giù la sconfitta patìta al San Paolo contro il Napoli, tanto da sbottare duramente ai microfoni di Radio Radio: "Dopo la gara di ieri sera ero avvilito. Quest'anno ci hanno stroncato nuovamente l'ascesa in campionato. Ieri sera abbiamo visto un arbitro che ha condizionato la partita in maniera inverosimile. Io credo che ce l'abbiano con me, perché dico troppa verità. Sono uno che dà fastidio ad un'istituzione che funziona male. Vengo dipinto come un matto, ma non lo sono. Ci mandino arbitri giovani, che non hanno la malizia di condizionare un risultato, non gente come Gava o De Marco".

"Questo è il sistema - prosegue Zamparini - ma ai grandi club va bene così, perché ci sguazzano. Quando qualcuno diventa grande, lo diventa anche perché riceve certi favori arbitrali. Il rigore di Cannavaro su Ilicic era più grosso rispetto a quello concesso al Napoli. Condizionando questa partita, si condiziona il campionato e questo è grave. Calciopoli? La situazione è peggiorata. A quei tempi le istituzioni controllavano il sistema arbitrale, oggi invece è indipendente da qualsiasi controllo. Detto questo io fra tutte quelle che lottano per la Champions faccio il tifo per il Napoli, perché amico di Aurelio De Laurentiis. Facendo così, però, si danneggia la cultura del calcio. Io penso che questi indirizzi qui arrivino dall'alto".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Attualità

Anm, via alla nuova linea bus 602 sulla tratta Garibaldi-Dante

Attualità

Riapre il Cinema Vittoria: coda al botteghino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento