menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mazzarri

Mazzarri

Mazzarri: "Cavani proverà oggi e vedremo se sarà disponibile per Milano"

Il tecnico azzurro ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro i nerazzurri

Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match con l'Inter. Ecco quanto raccolto dal Corriere dello Sport:

CAVANI - «Se non dovesse esserci Cavani resto fiducioso perché chi lo sostituirà sarà all'altezza. Può sostituirlo un attaccante come lui o uno meno offensivo. Bisogna valutare bene quale può essere il giocatore più idoneo».

INTER-NAPOLI - «Sono convinto che faremo bene anche a Milano, ma non ci dimentichiamo che davanti abbiamo una squadra con valori tecnici altissimi e ora si sono anche ricompattati, ottenendo due vittorie su due da quando è arrivato Ranieri E' un'Inter rivitalizzata».

SCUDETTO - «Inter - Napoli sfida scudetto? Alla quinta giornata di campionato non si può parlare di queste cose. Ci sono ancora troppe partite da giocare».

SITUAZIONE INFORTUNI - «Il presidente si aspetta molto da Pandev? Vediamo se giocherà... Il giocatore sta crescendo, gli ha fatto bene giocare tutta la partita contro il Chievo. Forse non ha tutti i 90' ma può darci una mano importante. Aronica e Cavani provano oggi, e aspettiamo fino alla fine. Maggio credo sia recuperato».

TURN-OVER - «Le scelte fatte non vogliono dire che snobbiamo il campionato e privilegiamo la Champions. Noi cerchiamo di portare avanti tutte le competizioni al meglio delle nostre possibilità. Se scelgo di sacrificare qualcosa in campionato è per evitare figuracce in una competizione come la Champions dove devi avere tutti al massimo, e per salvaguardare il nome di Napoli in Europa».

COMPLEANNO - Mazzarri domani compie 50 anni. «Non ho quasi mai festeggiato il compleanno e da quando ho compiuto 40 anni guai a farmi gli auguri. Dai miei ragazzi vorrei che facessero una gara di alto livello». Poi fa un'ammissione: «Da giovane non avevo la testa per fare il calciatore. Avevo delle qualità, ma non il carattere per gestire quella realtà. Invece ho scoperto di averle per fare l'allenatore, che è quello che mi piace fare nel mondo del calcio».

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento