menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vocalelli: "Cavani è un ragazzo di alto profilo, distante dagli stereoti­pi"

Il direttore del Corsport tesse le lodi dell'attaccante del Napoli anche sotto il profilo umano

Il direttore del Corriere dello Sport Alessandro Vocalelli ha realizzato oggi un editoriale su Edinson Cavani. Ecco quanto evidenzia Napoli Today: "L’orgoglio per il Napoli, l’amore per una città che lo considera ormai un simbolo, ma anche la purezza e la serenità di un ragazzo che riesce an­cora ad anteporre i sentimenti alle lu­ci del successo: Edinson Cavani è ve­nuto a trovarci ieri in redazione, si è fermato un’ora in nostra compagnia, ha raccontato la magia di una squadra in lotta per lo scudetto e che vuol con­tinuare anche l’avventura in Europa League. E l’ha fatto con la maturità e la stessa saggezza dimostrate in que­ste settimane dalla squadra di Maz­zarri, capace di dominare la scena (e confermare il nostro pronostico di sei mesi fa su un Napoli da primissimi po­sti…) a dispetto di quelli che lo aveva­no snobbato in estate per etichettarlo più avanti come un semplice abbaglio, una meteora. Nei discorsi di Cavani, capocanno­niere del campionato con diciotto gol, è emersa una convinzione profonda sul valore del Napoli: l’idea è quella di provare a restare lassù, senza fissare obiettivi precisi. Consapevolezza, en­tusiasmo, ma anche equilibrio: lo specchio fedele di un gruppo che il presidente De Laurentiis e Mazzarri sono riusciti a modellare con grande sapienza. L’attaccante uruguaiano ha lanciato la sfida al vertice, parlando però anche con grande rispetto degli avversari (a cominciare dalla partita di sabato con la Roma) senza tradire quella filosofia di base – una miscela di serietà e realismo – che ha permes­so finora al Napoli di saltare gli osta­coli più complicati. Nei ragionamenti di Cavani, nei suoi sguardi, c’è un altro dei segreti di que­sto Napoli, che regala emozioni e non tradisce. Grinta, determinazione, mai arroganza e spocchia. Un campione da applaudire in campo per i suoi col­pi geniali, ma soprattutto un ragazzo di alto profilo, distante dagli stereoti­pi – evidentemente fasulli, perché ge­neralizzando si sbaglia sempre – del calciatore moderno. Non solo ambizio­ni e pallone: Cavani ha parlato ieri an­che della sua famiglia, dei suoi legami affettivi, del suo rapporto con la reli­gione, con la fede, con la Bibbia. Un’ora ricca di piacevoli scoperte, ac­compagnate da una certezza: il Napo­li e il calcio non hanno trovato soltan­to un grandissimo cannoniere ma an­che un personaggio speciale".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento