menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Insigne dopo il gol (Ansa)

Insigne dopo il gol (Ansa)

Udinese-Napoli, per gli azzurri vittoria di misura al 90mo: finisce 2-1

Partita difficile soprattutto dal punto di vista psicologico per la squadra di Gattuso, che si fa raggiungere dopo essere passata in vantaggio e rischia fino al gol risolutivo di Bakayoko al 90mo

Meret; Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Hysaj; Ruiz, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Petagna. È questo il Napoli scelto da Gattuso per affrontare l'Udinese nella 17ma giornata di Serie A. L'Udinese scende invece in campo con un 3-5-1-1: Musso; Becao, Bonifazi, Samir; Molina, De Paul, Arslan, Mandragora, Stryger Larsen; Pereyra; Lasagna.

Gli azzurri sono chiamati ad una prova finalmente convincente, dopo la bruciante sconfitta interna con lo Spezia. Il Napoli parte bene, buon ritmo e passa in vantaggio su rigore, procurato da Lozano. Al 15' Insigne dal dischetto non sbaglia sebbene Musso avesse intuito.
Il primo tempo prosegue tranquillamente, fino ad un incredibile infortunio di Rrahmani (affiancato da Manolas prima, poi da Maksimovic dopo l'uscita del greco per infortunio) che regala un pallone a Lasagna. L'Udinese pareggia, è il 27'.

Inizia un'altra partita con gli azzurri spaesati dal pareggio friulano e che perdono il pallino del gioco. Nel secondo tempo serve il miglior Meret per mantenere il risultato invariato, poi al 90mo il gol di testa di Bakayoko dopo una maggiore pressione degli uomini di Gattuso.

Per il Napoli 3 punti d'oro in un momento evidentemente difficile, sia per quanto riguarda gli infortunati, sia per il passaggio psicologico che stanno attraversando i calciatori.

Gattuso nel dopopartita: l'intervista

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento