Convenzione stadio San Paolo, approvata la delibera

La convenzione pluriennale per la concessione in uso dello stadio San Paolo alla società sportiva Calcio Napoli per le stagioni agonistiche dal 2018/2019 al 2022/2023, prorogabile per ulteriori cinque anni, fino al 30 giugno 2028

Il Consiglio ha approvato la convenzione con la società sportiva Calcio Napoli per l’utilizzo dello stadio San Paolo. Dopo un lungo dibattito, l’approvazione di un ordine del giorno e i tre emendamenti, l’atto deliberativo è stato approvato a maggioranza per appello nominale con 17 voti favorevoli e 4 astenuti  (le opposizioni non hanno partecipato al voto).

L’Aula di via Verdi ha dato il via libera alla delibera 257/2019 sulla convenzione pluriennale per la concessione in uso dello stadio San Paolo alla società sportiva Calcio Napoli per le stagioni agonistiche dal 2018/2019 al 2022/2023, prorogabile per ulteriori cinque anni, fino al 30 giugno 2028.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Novità

Prima che l'assessore allo Sport Ciro Borriello illustrasse la delibera 257 sullo schema di convenzione con il Calcio Napoli per l'uso dello stadio San Paolo, il consigliere Vincenzo Moretto ha posto una questione pregiudiziale per la sospensione dell'esame della delibera. L'assessore Borriello ha respinto con forza la questione pregiudiziale, rinviando alla discussione della delibera sui punti evidenziati. Messa in votazione per appello nominale, la pregiudiziale è stata respinta. Illustrando lo schema di convenzione, l'assessore Borriello ha evidenziato che si tratta di un atto molto importante, anche sul piano mediatico. "Sul costo del personale, dell'energia elettrica, del consumo idrico, della custodia, della termogestione: dobbiamo tener conto che il campo verrà utilizzato solo per novanta giorni. Si è tenuto conto del principio della copertura dei costi e della redditività. Ci sono elementi innovativi nella convenzione: la possibilità di usare il campo per i concerti, ma anche quello della pubblicità, è evidente che se cambiano i costi della pubblicità cambieranno anche per il San Paolo. Inoltre, gli obblighi a carico del concessionario: il Calcio Napoli si occuperà della pulizia. E' un traguardo importante quello che si sta raggiungendo oggi, finalmente viene regolamentato un rapporto duraturo e chiaro per l'uso dello stadio, questo è ciò che merita la città, e non è escluso che in futuro ci potranno essere ulteriori miglioramenti. Va sgomberato il campo da ogni equivoco: questo è un rapporto bilaterale con una società che porterà in giro il nome della città", ha spiegato nel dibattito l'assessore Borriello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca rilancia la movida: "Cinema all'aperto e musica nei locali: apriamo tutto"

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria: addio al noto designer Roberto Faraone Mennella

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

  • Crollo a Pianura, operai sepolti sotto le macerie: due morti

  • Litigio furibondo all'esterno di un bar, giovane presa a schiaffi dal fidanzato

Torna su
NapoliToday è in caricamento