Notizie SSC Napoli

Finale Coppa Italia, Tosel punisce il Napoli: due turni a porte chiuse

Alla società di De Laurentiis anche 60mila euro di ammenda. Il Giudice Sportivo rende noti nuovi particolari della "trattativa" con i tifosi, smentita però dalla Questura romana

Gennaro De Tommaso

Due gare a porte chiuse ed un'ammenda di 60mila euro per il Napoli. È così che il Giudice Sportivo della Lega di Serie A si è espresso in merito ai fatti della finale di Coppa Italia.

Gianpaolo Tosel, nelle motivazioni della sentenza, aggiunge dettagli inediti su quanto accaduto all'Olimpico sabato sera. Fatti riportati al Giudice Sportivo da steward e collaboratori della procura federale. Il colloquio tra i tifosi (tra cui Gennaro De Tommaso) ed Hamsik – scrive Tosel – sarebbe avvenuto perché i supporter del Napoli “intendevano invadere il campo qualora il capitano della loro squadra non si fosse recato sotto la curva per parlare con i capi degli ultras”. Una trattativa vera e propria quindi, la stessa che però nei giorni scorsi è stata smentita dalla Questura di Roma.

“In tale frangente, il capitano Hamsik trovava come interlocutore un individuo, postosi a cavalcioni della vetrata delimitante la Curva Nord, indossante una maglia di color nero che, nella parte anteriore, esibiva la dicitura 'Speziale libero' – prosegue Tosel a proposito di 'Genny 'a carogna' – spregevolmente allusiva all'uccisione di un Servitore dello Stato (l'ispettore Raciti, ndr). Alla conclusione del colloquio, con 45 minuti di ritardo, la gara poteva iniziare”.

Sempre per la finale di Coppa Italia, sanzione anche per la Fiorentina: la curva Fiesole resterà chiusa un turno (ma con la condizionale) per cori discriminatori contro i supporter napoletani, e la società viola pagherà 20mila euro di multa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finale Coppa Italia, Tosel punisce il Napoli: due turni a porte chiuse

NapoliToday è in caricamento