Spogliatoi del San Paolo, De Laurentiis: "Ci hanno messo tre mesi per i lavori"

"Se mi avessero chiamato avrei impiegato 10-15 giorni", afferma il presidente del Napoli sulle polemiche riguardo le condizioni del San Paolo

Non si spengono le polemiche sulle condizioni degli spogliatoi dello stadio San Paolo, dopo la denuncia di Carlo Ancelotti. Il presidente Aurelio De Laurentiis ai microfoni di Sky ha spiegato cosa pensa di quanto accaduo: "Non le definirei polemiche quelle sugli spogliatoi, bensì lamentele che sto esternando da 15 anni. Pur non potendo sostituirmi al Comune nel fare i lavori, per 15 anni ho continuato a fare manutenzione di parti dello stadio, tipo i tornelli. Li pagammo noi e me li hanno rimborsati dopo circa 9 anni, senza neanche saldare il conto totale. Ora c'è un commissario e il problema è quello dei soldi dati dall'UE alla Regione. Al Comune hanno avuto tre mesi per fare degli spogliatoi, se mi avessero chiamato ci avrei messo 10-15 giorni. Ancora oggi li aiutiamo nei lavori mentre loro ci dicono di farlo di nascosto. Lo Stato si svegli".

Responsabilità del Napoli

L'assessore alle Sport del Comune, è invece, di parere diverso e attacca la società di calcio: "Venerdì (oggi ndr) tutto pronto. Tempi più lunghi per via delle vasche, unica cosa che avrebbe dovuto realizzare De Laurentiis. Se il presidente non firma la convenzione lo porteremo in Tribunale""Per me non ci sono ritardi e se ci sono l'unica responsabilità è del Calcio Napoli". 

BORRIELLO ATTACCA IL NAPOLI: VIDEO

Le parole di Ancelotti 

“Ho visto le condizioni degli spogliatoi del San Paolo. Non ci sono parole. Io ho accettato la richiesta della società di giocare fuori casa le prime due partite per consentire che i lavori si ultimassero, come era stato promesso. In due mesi si può costruire una casa, non sono stati in grado di rifare gli spogliatoi! Dove dovremmo cambiarci per giocare contro Sampdoria e Liverpool?

Sono indignato per la scorrettezza e l’inadeguatezza di chi doveva eseguire questi lavori. Come hanno potuto Regione, Comune e Commissari disattendere gli impegni presi? Vedo un disprezzo e un non attaccamento alla squadra della città. Sono costernato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

Torna su
NapoliToday è in caricamento