Ancelotti: “Ho visto gli spogliatoi. Non ho parole, disprezzo per la squadra”

Duro attacco del tecnico azzurro. La squadra ha giocato in trasferta le prime due per concludere i lavori

Con un comunicato ufficiale sul sito della società, l'allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti ha espresso parole durissime sulle condizioni degli spogliatoi dello stadio San Paolo di Napoli. Il tecnico azzurro ha attaccato gli organi preposti per la mancata conclusione nei tempi dei lavori all'interno degli spogliatoi. Uno sfogo senza precedenti per l'allenatore reggiano, solitamente molto pacato nei toni. 

Le parole di Ancelotti 

“Ho visto le condizioni degli spogliatoi del San Paolo. Non ci sono parole. Io ho accettato la richiesta della società di giocare fuori casa le prime due partite per consentire che i lavori si ultimassero, come era stato promesso. In due mesi si può costruire una casa, non sono stati in grado di rifare gli spogliatoi! Dove dovremmo cambiarci per giocare contro Sampdoria e Liverpool?

Sono indignato per la scorrettezza e l’inadeguatezza di chi doveva eseguire questi lavori. Come hanno potuto Regione, Comune e Commissari disattendere gli impegni presi? Vedo un disprezzo e un non attaccamento alla squadra della città. Sono costernato". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le dichiarazioni del consigliere Simeone

“Non sapevo della "questione spogliatoi" ma sia il Commissario Basile che l'Assessore Borriello hanno già dichiarato che saranno pronti per la partita di sabato. Ovviamente chiederò una relazione in commissione che porterò poi in Consiglio comunale, per dire, a modo mio, ai diretti interessati, come la penso su questa ennesima figuraccia. Quello che più fa rabbia, non è tanto sapere di chi sia potuta essere la colpa, ma il perché da noi sia sempre tutto così maledettamente complicato. Ormai la città sta vivendo questa attesa dell'esordio  del Napoli nel nuovo stadio San Paolo, non come un battesimo del nuovo impianto ma come un parto” così si è espresso il consigliere comunale Nino Simeone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doccia fredda Tocilizumab, Ascierto: "Nessun risultato statisticamente significativo"

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Mascherine all'aperto obbligatorie nel napoletano: scatta l'ordinanza

  • Fabio Fulco convola a nozze: l’attore di Un Posto al Sole sposerà Veronica

  • Il Coronavirus torna a far paura, due morti: il più giovane aveva 45 anni

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento