rotate-mobile
Notizie SSC Napoli

Spalletti: "Napoli è stata per due anni la mia università di vita. Mi mancherà il popolo napoletano"

L'ex tecnico azzurro a Pompei per ritirare il Premio Artis Suavitas 2023

"Nel tornare a Napoli si provano sempre belle sensazioni. Dopo averla conosciuta nell'intimità, dopo essere entrato dentro il sentimento di Napoli e dei napoletani, ci sono sempre tantissime cose che ti sorprendono e che ti lasciano il segno. Napoli è stata per due anni la mia università di vita. Sono io che ho fatto il pieno di cultura e di conoscenze nuove, a partire dai napoletani stessi". Così Luciano Spalletti ha parlato a Pompei con la stampa a margine della consegna del premio Artis Suavitas 2023. 

"Questo premio mi lusinga e mi sorprende un po' per le motivazioni. Non penso di meritare tanto. Sono io che dovrei restituire qualcosa per tutto quello che ho imparato. Io, però, a Napoli ho dedicato tutto il tempo che avevo a disposizione. Io immortale a Napoli? Questo non lo so. So che quello che hanno fatto provare a me è una cosa che non mi sarei mai immaginato ed è un qualcosa che penso sia difficile da poter riprovare. Ho vissuto dei momenti bellissimi e me li porterò sempre con me. Quelle notti insonni ad amare il Napoli saranno sempre nei miei sogni. Io sono orgoglioso di aver reso felici i napoletani. Vincere a Napoli è una cosa incredibile, indescrivibile. Di Napoli mi mancheranno tantissime cose, mi mancherà soprattutto il contatto con quella che è la qualità dei napoletani e di questo territorio, di questo popolo. Sono loro che possono dare la benzina e la materia per raggiungere qualsiasi risultato", ha aggiunto l'ex tecnico azzurro.

Chiusura sul futuro della squadra partenopea: "Il calciomercato? Io penso che la miglior cosa da fare sia lasciar lavorare in tranquillità la società e nella maniera corretta, come ha sempre fatto, per mettere tutti nelle migliori condizioni possibili in vista del nuovo campionato". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spalletti: "Napoli è stata per due anni la mia università di vita. Mi mancherà il popolo napoletano"

NapoliToday è in caricamento