rotate-mobile
Notizie SSC Napoli

Spalletti: "Futuro chiaro e definito. C'è solo da dirlo e abbiamo convenuto con De Laurentiis di aspettare"

"E' tutto definito, non c'è stata alcuna trattativa. Da quella cena siamo usciti con tutto a posto", ha spiegato il tecnico del Napoli nel post partita contro l'Inter

"Non sto aspettando niente, è tutto chiaro, è tutto definito. C'è soltanto da dirlo, e abbiamo convenuto con De Laurentiis nell'aspettare a dirlo. Non so quanto manca, ma è tutto chiaro. Fuochino, fuocherello, acqua: non vi inventate nulla, perché è tutto definito, non c'è stata alcuna trattativa. Da quella cena siamo usciti con tutto a posto". Così Luciano Spalletti, nel post partita di Napoli-Inter, è tornato a parlare del suo futuro ai microfoni di Dazn.

"La squadra non ha bisogno di niente e nessuno. È stata costruita bene dal presidente e da Giuntoli con giocatori giusti, bravi e giovani, che sono diventati un blocco unico. Questo gruppo ha cuore, disponibilità e autostima che fa sempre la differenza. Con questi valori diventa facile e ci sono giocatori che un allenatore non vorrebbe mai perdere perché hanno qualcosa in più", ha aggiunto il tecnico azzurro.

L'affetto della gente

"Non mi aspettavo di vivere giorni diversi dopo il nostro traguardo. È molto facile essere nella mia posizione in questo momento, la gente ti travolge di affetto. Io ambivo a questo e ora che l'ho vissuto direttamente è la cosa più bella che potesse accadere".

La vittoria contro l'Inter

"Abbiamo messo la qualità del gioco che ci ha sempre contraddistinto. Era stimolante questa partita perché di fronte c'era una finalista di Champions e i giocatori volevano dimostrare che la vittoria del campionato non era figlia di un periodo. Inoltre l'Inter non l'avevamo ancora battuta e volevamo migliorare i nostri numeri".

La reazione di Osimhen al cambio

"Le esigenze sono che lui faccia il centravanti come ha sempre fatto. Si può arrabbiare, ma non è sempre colpa dell'allenatore che fa i cambi. Se uno per una volta è al di sotto delle proprie possibilità, in una settimana in cui non è stato bene e si è allenato poco, è giusto dare spazio anche agli altri e uscire a 25 minuti dalla fine. Ho tanti giocatori forti che ho fatto giocare poco come Raspadori e Gaetano che, ve lo dico io, farà una grande carriera", ha concluso Spalletti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spalletti: "Futuro chiaro e definito. C'è solo da dirlo e abbiamo convenuto con De Laurentiis di aspettare"

NapoliToday è in caricamento