rotate-mobile
Notizie SSC Napoli

Spalletti: "A guardare Napoli gli occhi diventano azzurri a tutti. Ora è ancora il tempo del lavoro"

Il tecnico del Napoli ha parlato al Maschio Angioino in occasione della cerimonia di consegna del Premio Bearzot

"Quando sono arrivato a Napoli c'era indifferenza da parte dei tifosi per la squadra. C'era bisogno di ricompattarsi. Ho deciso di vivere a Castel Volturno perché Napoli è talmente bella che non si può guardare. Diventano a tutti gli occhi azzurri ora a guardarla. I calciatori devono essere bravi, rischiano un po' di farsi trascinare dall'euforia dei risultati fatti. Ma ogni volta che faccio questo discorso, mi accorgo che sono fatti di una pasta diversa.Quello che è il calcio a Napoli lo si percepisce anche stando da fuori. Qui sono tutti appassionati per il calcio e per questi colori. E lo si percepisce se qualcuno gira in città in questi giorni. Questo, però, è ancora il tempo del lavoro. Questo è il patto che abbiamo fatto con la squadra. Poi si vedrà se festeggeremo o no". Così Luciano Spalletti ha parlato del momento magico che sta vivendo il Napoli in occasione della cerimonia di premiazione del Premio Bearzot presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino.

La sfida col Milan in Champions League

"La Champions è una cosa che va vissuta totalmente, non vediamo l'ora di affrontarla. Queste partite qui sono di una bellezza incredibile. Penso sia fondamentale capire che non si porta dentro il passato in queste partite. Si riparte da zero in queste occasioni, non possiamo portare neanche il minimo vantaggio che abbiamo in campionato".

Kvaratskhelia

"Come ha fatto un giocatore che veniva da un altro calcio come Kvaratskhelia ad adattarsi subito? Questo era un dubbio che aveva anche il nostro presidente prima di prenderlo. Io su Kvara mi ero informato in Russia, dove qualche amico l'ho ancora. Ora i confini calcistici sono molto più sottili". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spalletti: "A guardare Napoli gli occhi diventano azzurri a tutti. Ora è ancora il tempo del lavoro"

NapoliToday è in caricamento