Notizie SSC Napoli

Sarri: "È vero che De Laurentiis mi ha chiamato a gennaio. Avevo dato la disponibilità per luglio"

L'ex tecnico azzurro ha parlato ai microfoni di Sportitalia

Sarri (foto Ansa)

"Se è vero che De Laurentiis mi ha chiamato a gennaio? Sì. Non è stata una vera e propria trattativa. C'è stata una richiesta di disponibilità. Io ho dato la mia disponibilità per luglio, perché non c'erano i presupposti per subentrare in corsa". Così Maurizio Sarri, nel corso di una lunga intervista rilasciata a Sportitalia, ha parlato dei contatti avuti con Aurelio De Laurentiis nei mesi scorsi per un suo possibile ritorno al Napoli.

"A tutte le squadre che mi hanno contattato durante l'anno ho detto che non c'erano le condizioni per entrare in corsa, ma ho dato la disponibilità per riparlarne in estate. Questa è stata una stagione particolare, con stadi vuoti, non mi è pesato stare fermo", ha aggiunto l'ex tecnico azzurro. 

"A Napoli mi sono divertito molto. Lo scudetto perso in albergo? Quella sera ho visto alcuni calciatori piangere, in due minuti hanno visto chiudersi uno spiraglio per episodi discutibili. Insigne? È senza dubbio il giocatore italiano più forte, già da qualche anno", ha detto ancora Sarri parlando degli anni in azzurro. 

Chiusura su Spalletti: "Luciano ha l'esperienza giusta per gestire qualsiasi situazione. A Napoli non è semplice. Perché c'è De Laurentiis? Anche. Va detto, però, che è un presidente che i risultati alla fine li porta a casa". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarri: "È vero che De Laurentiis mi ha chiamato a gennaio. Avevo dato la disponibilità per luglio"

NapoliToday è in caricamento